0 Shares 8 Views
00:00:00
12 Dec

Imu seconda rata 2012, come si paga e quanto ci costa

4 dicembre 2012
8 Views

Si avvicina la scadenza per il pagamento della seconda rata dell'IMU per il 2012 previsto per il 17 dicembre 2012 e dovuto da tutti quelli che possiedono un appartamento o uno stabile adibito anche ad uso commerciale.

La seconda aliquota è stata decisa dai singoli comuni che, consapevoli della possibilità che grazie all'IMU avrebbero potuto guadagnare parecchio e rimpinguare le tasche, hanno alzato a dismisura le percentuali rispetto alla prima rata con aliquota stabilita dal Gierno: 3/4 dell'importo vanno infatti a finire nelle casse del comune mentre 1/4 finisce al Governo.

Per calcolare la seconda rata dell'IMU si puo' ricorrere ad un consulente oppure fare da soli calcolando il totale dovuto per l'anno meno le detrazioni e l'acconto versato a giugno 2012 ed eventualmente a settembre nel caso si fosse pagato in tre rate.

Per pagare è necessario dividere l'importo totale tra la quota comunale e la quota statale nel caso di seconda case, case di residenti all'estero e altri fabbricati mentre per quel che riguarda l'abitazione principale con le pertinenze il saldo va versato tutto al comune.

Il saldo finale si paga usando l'F24 o anche, come approvato lo scorso 23 dicembre, un bollettino postale premarcato ma questa seconda modalità risulta difficile dal momento che i bollettini non sono disponibili in molti uffici postali e inoltre è necessario pagare una commissione di 1.30 euro per singolo bollettino.

Se si opta per il bollettino postale è necessario quello marcato con numero di conto corrente 1008857615 nel quale inserire i propri dati anagrafici e il codice catastale del Comune più l'importo; è anche possibile pagare l'IMU direttamente dal sito delle Poste previa iscrizione allo stesso.

Da un calcolo effettuato dal Sole 24 Ore si evince che il versamento a saldo dell'IMU sarà una vera e propria stangata per gli italiani dal momento che in media per 100 euro pagati a giugno se ne dovranno pagare 160 euro al saldo finale.

L'incremento maggiore è previsto nelle regioni del centro Italia ma i cittadini del Nord saranno quelli più salassati in assoluto insieme ai residenti all'estero titolari di prima casa nel territorio italiano.

Vi consigliamo anche