La lampada geniale: illumina gratis tutto il mondo

Basta con la tecnologia: ecco la lampada artigianale che permette alle persone di avere la propria abitazione illuminata gratuitamente

Talvolta, la tecnologia non riesce ad arrivare dove l’ingegno e la necessità arrivano: ecco che quindi un meccanico brasiliano, per necessità, ha inventato una sorta di lampadina artigianale, la quale è in grado di fornire energia elettrica, e che sta illuminando gratuitamente tutto il mondo, dato che la sua idea è stata resa pubblica sul web.

Il nome dell’inventore è Alfredo Moser, e la sua idea è, come detto prima, nata per necessità: una sera nel lontano 2002, il meccanico si ritrovò in casa sua senza elettricità, e per questo motivo il suo ingegno si azionò e gli permise di creare una lampadina artigianale in grado di permettergli di ottenere energia elettrica, senza dover spendere nemmeno un centesimo.

Che cosa ha utilizzato il meccanico per creare la lampadina?
Semplici oggetti che si trovano comunemente in casa propria: Alfredo utilizzò una bottiglia, candeggina e acqua, e riuscendo a combinarli tra di loro, è riuscito a creare una lampadina che, seppur non potentissima come quelle di ultima generazione, è stata in grado di illuminare la sua abitazione, fino al ritorno della corrente elettrica. Ma come funziona la lampada geniale che illumina gratuitamente le case di tutto il mondo?

Moser ha spiegato che la bottiglia sfrutta la deviazione della luce solare, che prende il nome di rifrazione, processo scientifico in grado di sprigionare luce quando la deviazione colpisce due elementi diversi, ed in questo caso i due elementi sono l’acqua e la bottiglia della lampadina e l’aria presente nell’ambiente dove la lampadina si trova.
Colpendo quindi la bottiglia d’acqua, la luce viene amplificata, ed è in grado di poter illuminare la casa: a cosa serve allora la candeggina?
Essa, a detta di Moser, serve solo per mantenere pulita l’acqua: rimanendo per diverso tempo nella bottiglia, a causa dei fattori esterni l’acqua potrebbe sporcarsi e si potrebbero formare delle alghe, ma grazie alla candeggina, il liquido rimane pulito ed intatto senza alcun tipo di modifiche, cosa che garantisce un tipo di illuminazione continuo.

Moser ha anche spiegato come deve essere fissata la sua lampadina: bisogna semplicemente bucare il tetto della stanza nella quale si vuole mettere la lampadina, spingere a fondo la bottiglia, in maniera che essa non cada, e fissare il tutto con resina poliestere.
La lampadina è in grado di sprigionare una potenza che varia dai quaranta ai sessanta Watt, e permette un risparmio elevatissimo di corrente, ed inoltre non si emettono sostanze nocive per la salute come anidride carbonica.

Moser non si è arricchito con la sua invenzione: ha infatti deciso di non brevettarla, ma di installarla, nella casa dei suoi compaesani, per pochi dollari soltanto: la lampadina geniale che illumina il mondo è quindi arrivata, e tutti possono essere in grado di crearla.

La lampada artigianale -che permette alle persone di avere la propria abitazione illuminata gratuitamente-  è grande esempio di creazione, ingegno, e sopravvivenza.