0 Shares 12 Views
00:00:00
11 Dec

Le donne più potenti in Italia, ecco chi sono

LaRedazione
28 settembre 2013
12 Views

Si parla sempre degli uomini più potenti, sia che si tratti di Italia, che di Europa, che dell’intero pianeta. Dopo la vittoria nelle recenti elezioni politiche tedesche, se si dovesse fare una classifica europea, la vittoria con largo margine andrebbe alla cancelliera Angela Merkel, ma noi parleremo delle donne più potenti del nostro paese.

Ne abbiamo selezionate cinque, senza un preciso ordine di classifica, tre imprenditrici e due che lavorano nel servizio pubblico. Eccole in rigido ordine alfabetico:

Marina Berlusconi: la figlia del leader di Forza Italia, è pronosticata da molti come la possibile erede politica del padre, ma lei ha risposto più volte che entrare in politica non le interessa e continua ad occuparsi con successo delle aziende di famiglia. La 47enne imprenditrice ricopre infatti le cariche di presidente sia di Fininvest, che della Arnoldo Mondadori editore, ma sua vera passione è quella per la televisione. La sua influenza è grande anche in ambito mondiale tanto che la rivista Forbes la classifica ininterrottamente tra le 50 donne “più influenti della comunità economica internazionale” dal 2001.

Maria Cannata: La 59enne piemontese, trasferitasi a Roma all’età di 22 anni, è un manager pubblico, forse non tanto conosciuta agli occhi del pubblico, ma sicuramente molto nota agli addetti ai lavori. Ricopre infatti dal 2000 la carica di direttore della “Direzione del Debito pubblico” del ministero del tesoro e chiamata simpaticamente ” la signora del debito “.

Tra i suoi successi la creazione del “Btp Italia”, un titolo emesso proprio dal suo ministero nel corso del 2012 e che ha riscontrato subito moltissime adesioni da parte soprattutto dei piccoli risparmiatori. Laureata in matematica proprio a Roma nell’Università “La Sapienza” entra al ministero del Tesoro nel 1983, con la qualifica di ” statistico ” e percorre tutte le tappe di una carriera di successo che l’hanno portata a veder passare dalla sua postazione di lavoro tutti i ” titoli ” che periodicamente il Tesoro mette all’asta. In pratica Maria Cannata è il gestore del debito pubblico italiano e svolge questo compito con un piglio “sicuro e tranquillo” come dicono i suoi collaboratori.

Emma Marcegaglia: dovrebbero bastare due dati per parlare dell’imprenditrice Emma Marcegaglia; è stata la prima donna ad essere eletta presidente di ” Confindustria ” dove era entrata nel 1996 quando era già presidente dei ” giovani imprenditori “, ed è stata anche il presidente più giovane. Eletta nel 2008, è stata in carica fino allo scorso anno, per poi tornare ad occuparsi dell’azienda fondata dal padre Steno, che opera nel campo dell’acciaio.

Miuccia Prada: imprenditrice, ma anche stilista, ha portato, insieme al marito, la famosa casa di moda italiana ad uno dei primi posti al mondo e secondo Time Magazine, nell’ambito della moda è la seconda donna “più influente al mondo”. Dopo aver iniziato a disegnare nel 1985, è passata successivamente anche a guidare la sua “maison” ottenendo nel corso degli anni molti riconoscimenti internazionali, sia per lo stile delle sue creazioni che per la sua attività manageriale. Nel corso della sua ultima sfilata, con la presentazione della collezione estiva del 2014, Miuccia Prada ha così sintetizzato la sua collezione: “Voglio che i miei abiti raccontino della forza delle donne, della loro combattività, del loro desiderio”.

Anna Maria Tarantola: l’attuale presidente della Rai, è stata nominata a questa carica da parte del governo Monti l’8 giugno dello scorso anno. Laureata in economia e commercio è stata in precedenza manager della Banca D’Italia dove è entrata nel 1971. Tra le sue occupazioni precedenti anche quella di insegnante presso “l’Università Cattolica del sacro Cuore”. Assunta la presidenza del servizio pubblico televisivo, ha saputo finora pilotarlo bene nal mare tempestoso delle telecomunicazioni italiane.

Vi consigliamo anche