0 Shares 10 Views
00:00:00
16 Dec

Manovra Monti su pensioni, Iva e casa: ecco tutte le misure

dgmag - 4 dicembre 2011
4 dicembre 2011
10 Views

Mario Monti ha annunciato le misure della manovra economica che è stato da lui stesso definito "salva-Italia" e che è stata approvata dall’esecutivo, inserita in un unico decreto legge e che ha un valore di 24 miliardi.

Ecco tutte le misure della manovra:

Pensioni: come anticipato si passa al sistema contributivo per tutti ed aumenta l’età pensionabile per cui gli uomini dipendenti andranno in pensione a 66 anni dal 2012 e gli autonomi a 66 anni e mezzo. Le donne dal 2012 entreranno in pensione a 63 anni ed entro il 2018 andranno in pensione a 66 anni come gli uomini. Chi vorrà uscire in anticipo dal mondo del lavoro dovrà, dal 2012, avere almeno 41 anni di contributi per le donne e 42 per gli uomini; penalizzazioni per chi uscirà dal lavoro prima del tempo e vantaggi per chi invece uscirà più tardi rispetto ai termini di legge. Pensioni congelate per tutto il 2012 e 2013 senza tener conto dell’inflazione. Rivalutazione piena delle pensioni solo fino a 486 euro.

Casa: torna l’Ici sulla prima casa che viene chiamata IMU con aliquota sulla prima casa pari al 0,4% contro lo 0,76% dell’aliquota ordinaria.

Iva: aumento di 2 punti percentuali, dal 21 al 23%, a partire dall’1 settembre 2012.

Operazioni in contanti
: vanno tracciate tutte le operazioni sopra i 1000 euro per evitare l’evasione.

Riduzione/soppressione Authority: tra queste vengono soppresse l’Agenzia per la sicurezza nucleare, dell’agenzia per il terzo settore, dell’agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, dell’ente nazionale per il microcredito e dell’autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Soppressione enti previdenziali: scompaiono Inpdad ed Enpals, assorbite dall’Inps.

Tagli a enti locali: dal 2012 le Regioni perderanno ben 3.1 miliardi, i Comuni perderanno circa 1.450 miliardi di euro.

Liberalizzazione farmaci
: i farmaci di fascia C possono essere venduti anche nelle parafarmacie.

Tassa su beni mobili di lusso: auto di lusso, elicotteri ed aerei privati vengono tassati a vantaggio del bilancio dello Stato.

Accise: aumentano le tasse sui carburanti a partire dall’1 gennaio 2012.

Tagli alla politica: obbligatorie le dichiarazioni patrimoniali per i politici compresi i fondi d’investimento, le azioni e le obbligazioni. Abolite le giunte provinciali e ridotto il numero dei consiglieri regionali. Eliminazione dei doppi stipendi ai Ministri che svolgono più incarichi.

Non cambiano invece le aliquote Irpef ma aumenta leggermente l’addizionale che passa dallo 0,9 all’1,23% e porta meno introiti per le Regioni; nessun condono fiscale in vista.

Loading...

Vi consigliamo anche