0 Shares 13 Views 1 Comments
00:00:00
13 Dec

Mondiali calcio 2010, i riti scaramantici degli italiani

18 maggio 2010
13 Views 1

La frenesia per i mondiali di calcio 2010 comincia a farsi sentire e così Logitech ha voluto sondare i riti scaramantici degli uomini scoprendo che gli uomini europei sono molto superstiziosi e che non rinunceranno mai ai più rituali per contribuire alla vittoria della propria nazionale.

Lo studio ha rivelato che il 65% dei maschi intervistati si siederà sempre nello stesso punto del divano per evitare di portare sfortuna alla propria squadra; inoltre i veri fanatici di calcio rinunceranno alle cure personali, arrivando persino a non rasarsi per tutta la durata del campionato del mondo.

I riti scaramantici però non finiscono qui: il 15% degli intervistati canterà l’inno nazionale all’inizio di ogni partita mentre un uomo su dieci, ossia il 7%, indosserà un capo di abbigliamento considerato un vero e proprio portafortuna.

Le donne europee dovranno sopportare situazioni bizzarre da parte del proprio marito, fidanzato o compagno in quanto secondo la ricerca quando le emozioni prendono il sopravvento, gli uomini sono davvero capaci di arrivare a gesti esagerati.

Un terzo degli intervistati europei di sesso maschile ha infatti ammesso di essersi ferito o di aver ferito un amico, seppur involontariamente, in occasione di un goal, mentre il 21% è addirittura riuscito a rompere un mobile. Durante le fasi più concitate della partita, più della metà (53%) ha macchiato il divano o il tappeto rovesciando birra, mentre il 24% ha scagliato il telecomando da una parte all’altra della stanza.

Per assicurarsi pace e tranquillità, bisognerà essere pronti a dar fondo ai risparmi visto che il 58% dei maschi europei afferma di essere disposto a cedere il telecomando solo a fronte di un lauto compenso che oscilla fra i 200 e i 1.000 euro. Il denaro però non risolve sempre tutto e il 42% degli intervistati infatti, i cosiddetti fanatici, ha dichiarato che non esiste cifra che li convinca a consegnare il telecomando mentre la propria squadra del cuore sta giocando.

Vi consigliamo anche