0 Shares 9 Views
00:00:00
14 Dec

Neve a Roma gennaio 2013, le previsioni ridimensionano l’allerta?

17 gennaio 2013
9 Views

Per ora di neve a Roma per questo 2013 non se n'è ancora vista anche se prevista da oggi e per domani ma è la provincia e in particolare la zona dei Castelli Romani ad aver avviato tutte le misure di sicurezza per evitare problemi che potrebbero causare incidenti e situazioni pericolose; di riflesso il maltempo e la neve che ha colpito la provincia si stanno però riversando anche su Roma, che in questi giorni risulta paralizzata più che mai.

Le previsioni per le prossime ore danno quasi per certa la possibilità di temporali violenti su Roma ma non è detto che, in base a quanto sarà forte la perturbazione, non cada in città qualche fiocco di neve, non tanti da spaventare la popolazione ma neanche da fermare un traffico che rischia la congestione di continuo e soprattutto in condizioni di maltempo.

Non sembra comunque attendibile, sostengono gli esperti, pensare di svegliarsi con Roma imbiancata domani perché le temperature sono troppo "alte" per permettere all'eventuale neve di attaccare e nonostante si sia leggermente sopra lo zero e dunque faccia freddo le possibilità di un manto di neve bianco a ricoprire le strade e le case è pari quasi a zero.

Diversa la situazione in provincia dove molte cittadine e paesi si sono svegliati sotto la neve, più o meno intensa, e dove sono previste altre nevicate almeno ai 500-600 metri in giornata e soprattutto in serata; per questo motivo la Provincia di Roma ha attivato il piano straordinario per fronteggiare l'emergenza neve che prevede l'utilizzo di spazzaneve e spargisale dove necessario.

Il maltempo su Roma e provincia dovrebbe durare fino a sabato 19 gennaio e piano piano introdurre ad una nuova perturbazione, quasi sicuramente di stampo piovoso, che si protrarrà fino alla fine del mese o quasi: le previsioni del tempo su Roma e su tutte le altre città andranno comunque verificate pochi giorni prima per evitare di restare intrappolati dalle supposizioni e non riuscire a garantire, come accaduto lo scorso anno, servizi minimi ai cittadini.

Vi consigliamo anche