0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Santa Lucia 13 dicembre 2011, tradizioni e astronomia del giorno più corto che ci sia

13 dicembre 2011
8 Views

Si celebra oggi in molte zone d’Italia e in quasi tutte le zone del Nord Europa Santa Lucia, nata a Siracusa e legata indissolubilmente al concetto di luce e vista che viene festeggiata proprio oggi quasi in contrapposizione al calendario solare per cui il 13 dicembre è tradizionalmente il giorno più corto dell’anno.

A Siracusa si festeggia solennemente Santa Lucia con tutta una serie di eventi religiosi con i quali si trasporta il simulacro della Santa in giro per la città, addobbata e piena di persone provenienti da ogni parte della regione.

Ma Santa Lucia, pur essendo italiana, è legata indissolubilmente alla Svezia: qui infatti ogni istituzione, casa, scuola, ente sceglie una ragazza chiamata ad "interpretare" il ruolo della Santa e che, vestita con una palandrana bianca fermata in vita da una fascia rossa e con in testa una corona di candele sorretta da foglie e mirtilli, gira per le varie città o si ferma in casa offrendo dolci tipici a tutti.

I dolci tipici di oggi sono, in Svezia, i classici biscotti di zenzero che vengono preparati il giorno antecedente Santa Lucia e distribuiti alla famiglia o appesi all’albero di Natale che, preparato il giorno prima della vigilia, viene addobbato con ornamenti in paglia che sono considerati di buon auspicio.

In Italia oltre a Sicuracusa si festeggia nelle zone del friulano, del bresciano e in quasi tutto il lombardo dove la Santa, a cavallo di un asinello, lascia regali ai bambini anticipando di fatto il Natale; a loro volta i bambini lasciano sul tavolo una tazza di latte e pane/biscotti per sfamare la Santa e l’asino e in alcuni casi viene preparata una strada fatta di caramelle che conduce i piccoli alla scoperta dei regali lasciati da Santa Lucia.

A livello astronomico
nonostante il detto "Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia" in realtà oggi, 13 dicembre, questa cosa non si verifica più ma si tratta di un residuo del lontano 1582, prima che Papa Gregorio XIII riformasse il calendario e dunque si decidesse che la data del solstizio d’inverno, ovvero il momento più corto dell’anno, fosse compresa tra i giorni 21 e 22 dicembre.

Va detto comunque che a partire da oggi il sole inizia a tramontare prima rispetto ai giorni precedenti per cui l’usanza di festeggiare la Santa protettrice della luce è fondata, quasi come se si volesse rendere omaggio a qualcosa che in questi giorni di dicembre è difficile vedere.

Vi consigliamo anche