0 Shares 11 Views 4 Comments
00:00:00
11 Dec

Sardegna, il parroco caccia i coristi dalla chiesa: ‘Fatevi esorcizzare’

LaRedazione
22 luglio 2013
11 Views 4

Don Beniamino Tola, parroco della Chiesa di Decimomannu in provincia di Cagliari, ha rivolto il singolare invito ai trenta componenti del coro della chiesa durante l’omelia della domenica mattina. Definiti arroganti dal prete, i coristi sono stati invitati a chiedere scusa per poter tornare a far parte della comunità parrocchiale.

Un parroco in Sardegna caccia i coristi dalla chiesa, esortandoli a farsi esorcizzare. E’ successo a Decimomannu, piccolo comune di circa diecimila abitanti nella provincia di Cagliari: un’omelia destinata a far scalpore e soprattutto a far parlare di sè per molto tempo quella di Don Beniamino Tola, parroco che se la sarebbe legata al dito, a discapito di quelli che almeno sulla carta sono i precetti del perdono cristiano, verso i trenta componenti del coro della chiesa, che avrebbero rivolto uno sgarbo nei confronti nella persona del parroco.

Non è la prima volta d’altronde che preti più o meno stravaganti si lasciano un po’ prendere la mano nel corso della celebrazione della messa. Le cronache nazionali degli ultimi giorni hanno fatto registrare diversi casi singolari, da parroci canterini e ballerini, ad altri infervorati da temi d’attualità e di giustizia sociale, capaci di far diventare le loro prediche dei veri e propri comizi. Fino a quelli che tramite affissioni e giornali parrocchiali, hanno tentato la strada per diventare dei veri e propri opinion-makers.

Ma i fedeli della parrocchia di Decimomannu hanno immediatamente capito che Don Tola faceva sul serio, ed era mosso dalla rabbia e dall’indignazione, più che dalla voglia di notorietà, quando il prete ha preso la parola nel corso della consueta omelia durante la messa della domenica mattina. Don Tola si è scagliato duramente con toni verbali accesi nei confronti dei componenti del coro della chiesa di Decimomannu, stimabili in una trentina di persone, che sono stati invitati a lasciare la chiesa in maniera pressoché immediata, e soprattutto sono stati invitati dal parroco a vergognarsi, per quello che è stato definito uno sgarbo personale nei suoi confronti.

Da lì, la singolare esortazione che ha fatto scalpore e ha fatto guadagnare a Don Tola le pagine della cronaca di diversi quotidiani nazionali, quando il prete ha pubblicamente invitato, di fronte alla folla di fedeli presenti in chiesa, i componenti del coro a farsi esorcizzare prima di rimettere piede nel luogo di culto. Don Tola ha accusato i coristi di essere persone profondamente arroganti, ed ha escluso che l’incidente diplomatico all’interno della comunità parrocchiale possa chiudersi, prima di ricevere sentite scuse da parte delle persone che lo hanno offeso. Insomma perdono sì, ma solo dopo un convinto pentimento: tutto sommato non si è usciti dal seminato dei valori della cristianità, al di là dell’omelia decisamente sopra le righe.

Vi consigliamo anche