0 Shares 9 Views
00:00:00
13 Dec

Sciopero benzinai 8-9-10 novembre 2011, informazioni e orari

8 novembre 2011
9 Views

Dopo lo sciopero dei mezzi che ieri ha paralizzato quasi tutte le grandi città italiane, da stasera a fermarsi saranno i benzinai per una serrata che rischia seriamente di mettere in crisi tutti i cittadini.

A proclamare lo sciopero i sindacati che difendono la categoria e che hanno deciso di escludere Liguria e Toscana perchè colpite dall’alluvione senza però risparmiare le altre regioni dove lo stop è previsto da martedì 8 novembre alle 19.30 in città e alle 22 in autostrada fino alle 7 di venerdì 11 novembre; in Piemonte gli impianti saranno chiusi solo nelle ore notturne sempre per via del maltempo.

E’ prevista comunque una riunione tra i sindacati di categoria e il Ministero dello Sviluppo Economico per evitare lo sciopero e fare in modo che si trovi un accordo in modo tale da non bloccare del tutto la circolazione nel Paese ma per ora le trattative sono in alto mare.

I motivi della protesta sono legati al bonus fiscale concesso ai benzinai che secondo i sindacati rischia di sparire e al prezzo della benzina in Italia che resta altissimo per via delle accise che possono aumentare in base ad esigenze regionali e che sono sottoposte ad iva aggiuntiva; tra le accise si segnalano quelle "storiche" relative alla guerra in Abissinia, al terremoto di Messina ea al finanziamento della missione militare in Libano a cui si sono aggiunte quelle sullo spettacolo, quelle legate all’emergenza immigrazione e quelle per le alluvioni (aggiunte pochi giorni fa).

Si protesta anche per la mancata liberalizzazione del settore e affinchè i benzinai possano fare rifornimento da qualsiasi compagnia petrolifera senza dover per forza approvvigionarsi da quella di bandiera.

Per via della protesta le associazioni di categoria e le associazioni per i diritti dei consumatori invitano tutti a fare attenzione ai prezzi della benzina che potrebbero essere aumentati a dismisura e senza alcuna regola nè giustificazione da parte dei benzinai che aderiscono allo sciopero; si invitano dunque i cittadini che dovessero riscontrare regolarità a contattare la Guardia di Finanza e denunciare tutti quelli che approfittano dello sciopero per alzare i prezzi in maniera ingiustificata.

Vi consigliamo anche