0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Sciopero mezzi pubblici 8 febbraio 2013 revocato e rimandato al 22 marzo

4 febbraio 2013
11 Views

Era stato prima revocato solo a livello nazionale ma alla fine lo sciopero di 24 ore previsto per venerdì 8 febbraio e riguardante i mezzi di trasporto locali è stato reocato del tutto anche a livello locale e rimandato al 22 marzo prossimo.

A Roma si sarebbero dovuti tutti i mezzi locali per cui si sarebbero verificati problemi per la metro, per gli autobus, i tram e anche le ferrovie locali dalle 8.31 alle 16.59 e poi dalle 20.01 a fine turno; a bloccarsi sarebbero stati infatti i dipendenti di Atac, Roma Servizi per la mobilità, Atac Patrimoni, Cotra SpA, Cotral Patrimonio SpA, Ogr srl, Roma Tpl Scarl, Trambus Open SpA, Francigena SpA Viterbo, Asm Rieti, Argo Civitavecchia, Atral Latina, Geaf Frosinone e aziende pubbliche e private esercenti Tpl di Roma e Lazio per cui oltre a metro, bus e tram si sarebbero verificati disagi anche sulle linee ferroviarie Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti.

Quanto a Bologna che lo sciopero avrebbe causato problemi di grandi dimensioni visto che in Emilia Romagna si sarebbero fermati non solo autobus e tram ma anche tutti i treni locali ovvero Bologna-Portomaggiore, Bologna-Vignola, Reggio Emilia-Guastalla, Reggio Emilia-Sassuolo, Reggio Emilia-Ciano d'Enza, Ferrara-Suzzara, Ferrara-Codigoro, Modena-Sassuolo e Parma-Suzzara; il servizio sarebbe stato garantito solo durante le fasce pendolari ovvero dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 ma in tutti i casi ci sarebbero stati ritardi e disagi in generale.

A Napoli le corse di metro, tram e bus erano garantite fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20 e lo sciopero non avrebbe riguardato solo i servizi cittadini ma anche quelli extraurbani per cui si sarebbero verificati problemi anche sulle funicolari.

Per quel che riguarda lo sciopero del 22 marzo, si è deciso di non indire nessuna manifestazione ma di scioperare in tutte le città rispettando le fasce di garanzia per i pendolari e tutelando chi viaggia offrendo tutti i servizi minimi indispensabili e garantiti dalla legge.

Vi consigliamo anche