0 Shares 13 Views
00:00:00
15 Dec

Squalo morto rinvenuto in un vagone della metro a New York

LaRedazione - 8 agosto 2013
LaRedazione
8 agosto 2013
13 Views

Non si è trattato di un clandestino, di un giovane senza biglietto o di un pericoloso criminale il ritrovamento che sta facendo il giro del mondo, ma del cadavere di un piccolo squalo. Sì, proprio uno squalo, ritrovato in un vagone della metropolitana newyorkese e più precisamente nel Queens. E un ragazzo, il giovane Huan Cano, quando si è trovato di fronte il corpo senza vita dell’animale, ha avuto il tempo di mascherarlo con una sigaretta e una Red Bull: un modo per rendere più pittoresco il ritrovamento, oppure il caldo afoso di questi giorni ha intaccato la sua psiche? Ma, soprattutto, come ci è finito uno squalo in un vagone della metro?

Ci troviamo di fronte a un vero rompicapo degno di una puntata di C.S.I New York. La conferma del ritrovamento arriva dal Metropolitan Transportation Authority che ha fatto sapere alla stampa che il conducente, una volta appresa la notizia, ha fatto chiudere il vagone al pubblico e ha condotto il treno al capolinea. Secondo le parole di un passeggero che è andato a controllare con i suoi occhi, il vagone era infestato da un tanfo di pesce morto. “E’ la cosa più strana che io abbia mai visto” ha detto questo passeggero, e francamente non possiamo non dargli ragione!

New York è la Grande Mela, una città che nel corso degli anni ha visto fiorire tantissime leggende metropolitane, dai coccodrilli nelle fogne ai topi giganti, ma chi ha messo il piccolo squalo morto nel vagone del treno? Un mitomane? Un amante della natura selvaggia? Possiamo azzardare alcune ipotesi. Per esempio qualcuno, non sappiamo chi, si è procurato un cucciolo di squalo per tenerlo in casa. Sappiamo bene che ci sono molte persone che non si accontentano di avere in casa i soliti cani o gatti ma devono circondarsi di bestie esotiche come serpenti, tigri e quant’altro. Se diamo per scontata quest’ipotesi – che qualcuno abbastanza matto abbia voluto comprarsi uno squalo nonostante il famoso film di Spielberg dimostri che non si tratti di pesci propriamente docili e mansueti! – allora dobbiamo anche pensare che, ci dispiace scriverlo, è stato meglio che il cucciolo di squalo sia morto.

Davvero facciamo uno sforzo di volontà nel pensare che qualcuno, nella sua casa a New York, magari dentro un grosso acquario e chissà cosa, avrebbe nutrito e fatto crescere uno squalo! E non vogliamo sapere con che cosa egli lo avrebbe nutrito! In fondo, noi siamo ancora dell’idea che il cane sia il migliore amico dell’uomo e quindi lasciamo queste manie ai nostri cugini americani. Certo, ripensandoci, sono finiti i tempi in cui in una metropolitana i punk facevano notizia per il loro look particolare: da oggi in poi, possiamo dire, che con il ritrovamento di questo squalo siamo arrivati alla fiera dell’assurdo!

Loading...

Vi consigliamo anche