0 Shares 13 Views
00:00:00
11 Dec

Stella di Natale: come prendersi cura della pianta più bella di dicembre

14 dicembre 2010
13 Views

La stella di Natale è uno di quei doni che si riceve o si regala in questo periodo e che è la croce e delizia di quanti amano il Natale e di quanti amano i fiori e le piante visto che la sua cura e il suo mantenimento non sono così semplici come sembrerebbe.

La stella di Natale predilige il caldo e non ama le temperature inferiori ai 15 gradi per cui è una pianta da interno che reagisce male quando esposta a correnti e bruschi cali di temperatura perdendo le foglie e, neanche tanto a lungo andare, morendo.

Va annaffiata costantemente con poca acqua a temperatura ambiente e va curata per il periodo che va da dicembre a marzo perchè un’altra delle sue caratteristiche è di fiorire al massimo proprio quando le giornate sono più corte.

Proprio perchè ama il caldo, in primavera può essere spostata all’esterno e per stimolarla si può concimare con integratori a base di potassio e fosforo.

Pare inoltre che questa pianta sia in grado di annullare gli effetti di alcune sostanze disperse nell’aria purificando l’ambiente e dunque è buona cosa tenerla in casa, visto che è anche considerata pianta di buon auspicio e rinascita.

La peculiarità della stella di Natale è che se le sue foglie vengono tagliate o inciso per sbaglio emettono un liquido bianco irritante e fastidioso.

Sulla stella di Natale esistono almeno due leggende che ne datano la nascita, ufficiale o ufficiosa, a due diversi periodi: quel che è certo è che ormai regalare questa pianta vuol dire avere a cuore la persona destinataria proprio perchè, come una bella relazione, anche la stella di Natale richiede cure e impegno.

Vi consigliamo anche