0 Shares 12 Views
00:00:00
13 Dec

Stufe a legna: come funzionano e quanto costano

30 novembre 2010
12 Views

Le previsioni meteo di questi giorni ci preannunciano un dicembre davvero freddo e così se non ci avete pensato prima potrebbe essere utile prendere in considerazione l’acquisto di una stufa a legna per riscaldarvi.

Le stufe a legna sono infatti l’alternativa meno inquinante per riscaldare la nostra casa e possono essere sistemate in ogni ambiente in quanto si collegano all’esterno tramite delle canne fumarie che possono essere installate ovunque.

Esistono diversi tipi di stufe a legna realizzate in ghisa, in ceramica, in pietra ollare e in maiolica.

Per utilizzare al meglio le stufe a legna è necessario ricordarsi di utilizzare sempre e soltanto legna evitando qualsiasi tipo di materiale chimico che, pur bruciando prima, potrebbe provocare danni all’ambiente e di provare il funzionamento della stufa prima di accenderla a pieno ritmo.

Solitamente si calcola che per riscaldare una stufa da 100 kg occorrano da 1 a 1,5 kg di legna secca e questo calcolo permette di non surriscaldare la stufa più del necessario; ricordatevi inoltre che le stufe a legna non sono inceneritori e dunque non è consigliato gettare al loro interno spazzatura per la combustione!

E’ bene tenere sempre pulito il cassettino delle stufe a legna e verificare che la canna fumaria non sia ostruita e non è il caso di aprire di continuo lo sportello della stufa perchè il calore si disperde e la legna fatica a prendere fuoco e a generare calore.

Il costo di una stufa a legna varia in relazione alla sua grandezza e al materiale di cui è fatta e parte da 200 euro per salire.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito FuocoeLegna che contiene informazioni importanti per un corretto utilizzo delle stufe a legna.

Vi consigliamo anche