0 Shares 9 Views
00:00:00
13 Dec

Terremoto a Roma 11 maggio 2011: il dossier della Protezione Civile

3 maggio 2011
9 Views

Si avvicina la data presunta del terremoto che, secondo Raffaele Bendandi, dovrebbe distruggere Roma: la data "prescelta" è l’11 maggio 2011 e la fobia si sta diffondendo a macchia d’olio, contagiando davvero tutti.

Ad amplificare la situazione anche i tanti approfondimenti, spesso falsi o scorretti, che si trovano su Internet compreso un dossier della Protezione Civile pubblicato qualche giorno fa e che sta registrando tantissimi contatti.

Nel dossier si ribadisce come sia impossibile prevedere con esattezza la data, il luogo e l’intensità di un terremoto e che le teorie del Bendandi non sono state confermate per cui l’unica cosa da fare, ma che vale pressochè per tutto, è adottare misure di prevenzione nel caso in cui davvero l’11 maggio prossimo si verificasse un terremoto.

In effetti a leggere le carte lasciate da Raffaele Bendandi ci si rende conto che non viene mai citata Roma e soprattutto la data dell’11 maggio non viene mai associata ad un terremoto o ad una catastrofe; perchè Bendandi nella sua vita ha azzeccato il verificarsi di terremoti e le date ma non è mai riuscito ad individuare un epicentro per cui ha centrato il sisma del 21 dicembre 1923 in centro America, quello del 2 gennaio 1924 nella penisola Balcanica e quello dell’11 marzo 2011 in Giappone ma senza mai riferirsi espressamente a queste zone.

Inutile dire che l’avvicinarsi della data sta facendo fiorire iniziative legate a questo presunto terremoto: c’è chi organizza convegni, chi prepara feste in discoteca e chi non si cura di cio’ che potrebbe accadere andando avanti come se niente fosse.

Del resto se terremoto sarà, perchè dannarsi tanto l’anima?

Vi consigliamo anche