Thomas Beatie, l’uomo incinto pronto per il parto

Le sue dichiarazioni hanno sconvolto il mondo, le sue foto hanno destato curiosità e il suo parto probabilmente desterà scalpore ma Thomas Beatie, già ribattezzato "l’uomo incinto", ha rilasciato una nuova intervista in cui racconta le sue aspettative.

Al News of the World, Beatie ha dichiarato che il parto avverrà tramite taglio cesareo il prossimo 3 luglio e che lui e la moglie sono eccitati ed impazienti (anche perchè, probabilmente, grazie alle foto riusciranno a sbarcare il lunario, cosa che ora riescono a stento a fare, ndr).

"Mi sento benissimo, io e mia moglie Nancy moriamo dalla voglia di tenere in braccio, accarezzare, vedere la bambina. Aspettare un bambino non è un desiderio nè femminile nè maschile, ma semplicemente un desiderio umano"
, ha detto l’uomo che aveva cambiato sesso 10 anni fa mantenendo però l’apparato riproduttivo.

"Adesso", ha aggiunto l’uomo, "sono alla trentaseiesima settimana e mi sento benissimo. Io e Nancy moriamo dalla voglia di tenere per la prima volta in braccio la bambina, di poterla accarezzare e guardare in faccia. Abbiamo preparato una stanza per lei. Tutto è pronto. Ci sono già anche i pannolini… Le persone che ci vogliono bene ci hanno dato un sostegno incredibile".

Già scelto il nome della bambina ("è un nome che ci piace molto. Lo riveleremo però soltanto dopo la nascita") e già messa in cantiere la possibilità che la coppia faccia il bis o il tris: "potremo avere altri bambini. Dipende dall’esperienza con la prima figlia. Vedremo".

Finora la gravidanza è andata a gonfie vele: "quando sono rimasto incinto ho letto su Internet di donne che in gravidanza di mal di schiena e di altri acciacchi ma io sono sempre stato benissimo. Tutto è stato straordinariamente facile. L’esperienza è stata finora magica… La bambina sarà per noi come la ciliegina sulla torta. Saremo finalmente una famiglia completa".

A questo punto, non resta altro che attendere il parto e le prime foto che saranno una fonte di guadagno non indifferente per i due…