0 Shares 10 Views
00:00:00
18 Dec

Violenza donne: 10,5 milioni di donne vittime sul lavoro

dgmag - 15 settembre 2010
15 settembre 2010
10 Views

L’Istat ha condotto un’indagine sulle molestie sessuali e i ricatti sessuali sul lavoro nel biennio 2008-2009 che mostra come le donne italiane subiscano violenza anche nei luoghi dove dovrebbero essere tranquille.

Una violenza che si esplicita essenzialmente in molestie verbali (26%), pedinamenti (21,6%), esibizionismo (20,4%) e molestia fisica (19%), patita in particolar modo dalle donne delle grandi città (64,9%) e nei comuni periferici (58%).

Nel complesso secondo l’Istat nel corso della propria vita lavorativa ad aver subito molestie e violenza sono state ben 10 milioni 485.000 donne con valori sopra alla media (51,8%) che si rilevano per le donne del nord-ovest (57,2%) e del nord-est (54,3%) in particolare in Piemonte (58,9%), Lombardia (56,9%), Emilia Romagna (56,3%) e Liguria (55,5%).

Secondo la stessa indagine, il 9% dei lavoratori che hanno lavorato con superiori, colleghi o persone a loro sottoposte, ha dichiarato di aver patito vessazioni o demansionamento o privazione dei compiti per un totale di 2 milioni e 630.000 persone.

Anche in questo caso a subire di più sono le donne, con il 9,9% nel corso della vita. Ci sono poi 7.948.000 di lavoratori che hanno vissuto situazioni di disagio caratterizzate da frequenza e durata contenuta ma una parte di questi, 198.000, sono altamente a rischio in quanto sono stati oggetto di comportamenti vessatori più volte al mese ma per una durata inferiore a 6 mesi.

Loading...

Vi consigliamo anche