0 Shares 16 Views
00:00:00
17 Dec

Microsoft: primi 100.000$ pagati per un bug scoperto su Windows 8.1

LaRedazione - 10 ottobre 2013
LaRedazione
10 ottobre 2013
16 Views

Ormai non è una novità vedere colossi tecnologici pagare ricompense ad utenti particolarmente zelanti, in grado di individuare bug e malfunzionamenti su software di recente uscita. Basti pensare di recente all’hacker palestinese che aveva provato ad ottenere un premio da Facebook, ma la sua segnalazione era stata ignorata. Per farsi notare, aveva allora violato il profilo del fondatore del social network Mark Zuckerberg, convincendo così Facebook che qualcosa non andava, ma perdendo la possibilità di accedere al denaro, per violazione della privacy.

Ben più attenta alle promesse fatte agli utenti sembra essere Microsoft, che ha pagato centomila dollari ad un ricercatore che ha scoperto una falla sulla versione otto punto uno di Windows. Un evento a suo modo storico visto che l’azienda di Redmond era rimasta una delle poche a non prevedere alcuna ricompensa, né in denaro né in altro tipo, per quegli utenti in grado di inviare feedback decisivi per eliminare bug del proprio sistema operativo.

Da qualche mese però la politica in questo ambito di Microsoft era esplicitamente cambiata, con un annuncio che avvisava gli esperti informatici che ogni segnalazione di malfunzionamento sarebbe stata retribuita in maniera direttamente proporzionale all’importanza e alla grandezza del problema e alla validità della segnalazione.

E non solo: è stato anche sottolineato come ogni suggerimento efficace non solo per individuare, ma anche per risolvere il problema, sarebbe stato ulteriormente gratificato da un bonus aggiuntivo. La campagna di incentivo per hacker, ricercatori ed esperti informatici finora aveva prodotto solamente qualche suggerimento valido per la nuova versione di Internet Explorer, correzione di bug di poco conto che avevano portato all’erogazione di ricompense al massimo di undicimila euro.

Il premio da centomila dollari risulta essere dunque il più importante in assoluto finora corrisposto da Microsoft ad utenti privati in grado di migliorare il funzionamento del proprio software.

L’aggiornamento per la correzione della falla individuata in Windows otto punto uno sarà rilasciato entro la fine dell’anno in corso: Microsoft ha dichiarato attraverso suoi portavoce di credere molto in questa politica, visto che le capacità di ricerca dei privati sono superiori a quelle di qualsiasi team possa essere messo in piedi dall’azienda, ed una ricompensa può essere lo stimolo giusto per convincere i malintenzionati a segnalare l’eventuale problema, invece di sfruttarlo per apportare danni al sistema. La campagna per trovare bug di Windows otto punto uno è ancora in pieno svolgimento, mentre quella per Internet Explorer si è ufficialmente chiusa.

 

Loading...

Vi consigliamo anche