0 Shares 23 Views
00:00:00
16 Dec

Normandia, montagna crolla sui turisti in spiaggia

LaRedazione - 24 luglio 2013
LaRedazione
24 luglio 2013
23 Views

Su una spiaggia delle Normandia, nel comune di Saint-Jouin-Bruneval, vicino a Le Havre, un enorme costone roccioso della scogliera che si affaccia sul mare della Manica è crollata, abbattendosi, dopo un volo di qualche decina di metri sulla spiaggia sottostante. Il crollo, ripreso dalle telecamere di alcuni presenti, è stato subito ripreso da numerosi siti internet, stupendo gli spettatori di tutto il mondo con la spettacolarità di immagini davvero incredibili e, a loro modo, decisamente uniche.

Davvero impressionante quanto accaduto a Saint-Jouin-Bruneval, piccolo comune francese di meno di duemila abitanti nel dipartimento della Senna Marittima, in Alta Normandi, non lontano dalla più famosa città di Le Havre. Un intero costone di roccia della scogliera che si apre davanti al mare della Manica, si è letteralmente staccato dal fianco della montagna, sgretolandosi inesorabilmente, dopo una caduta vertiginosa, in una nube di fumo e detriti sulla spiaggia sottostante.
A rendere immediatamente noto l’episodio, che nel giro di poche ore ha fatto il classico giro del web, è stato il filmato girato da alcuni turisti che si trovavano nella zona.

Le immagini mostrano inizialmente la caduta di qualche detrito, come una piccola frana di ridotta entità che sembra interessare solo una parte della montagna. Ben presto, però, si nota una grossa crepa sulla sinistra del costone, rispetto all’iniziale piccola frana, e un immenso blocco di roccia inizia a dondolare pericolosamente, dimostrando tutta la sua instabilità.
Giusto il tempo di capire cosa sta succedendo e, con un rombo assordante, l’intero blocco si stacca in maniera definitiva, si rompe ulteriormente in due pezzi subito dopo il distacco e si abbatte con forza sulla spiaggia e il territorio sottostante.

Si calcola che la caduta abbia interessato una porzione di montagna di circa trenta mila tonnellate. Un volume impressionante, che ha inevitabilmente spaventato gli autori delle riprese che, subito dopo il crollo, sebbene abbastanza lontani rispetto al punto dell’impatto, hanno pensato bene di allontanarsi velocemente. Una volta in sicurezza, le riprese sono tornate a stabilizzarsi e hanno mostrato una nube di terra e polvere innalzarsi a coprire tutte le scogliere che caratterizzano le famose coste rese immortale dallo sbarco degli Alleati del 1944.

Il fenomeno a cui si assiste guardando le immagini, in realtà non è un episodio così raro per le falesie di questi territori, ed è una delle conseguenze dell’erosione a cui sono sottoposte le scogliere affacciate sulla Manica. Generalmente, però, questi fenomeni, magari di minore entità, si verificano d’inverno, quando alla normale azione di erosione degli agenti atmosferici e dell’acqua, si associa il fenomeno del disgelo che destabilizza ulteriormente le rocce.

Loading...

Vi consigliamo anche