0 Shares 20 Views
00:00:00
16 Dec

Pasqua 2013, ora legale e strane congiunture astrali

Michele Antonelli - 28 marzo 2013
28 marzo 2013
20 Views

Domenica 31 marzo le lancette dell’orologio andranno spostate avanti di un’ora, dalle 2 alle 3 di notte, creando così un vuoto spazio-temporale che, secondo gli esperti dell’Ente Spaziale Europeo, rischia di risucchiare al suo interno l’intero Universo!

Fosse questa la realtà, forse molti di noi nemmeno si dannerebbero troppo, alle prese come sono con i crucci che li tormentano, ma la realtà è un’altra, molto più scontata e rassicurante.

Si dormirà un’ora in meno, dicono tutti, e io aggiungo: a meno che non si decida di dormire un’ora in più, essendo domenica, e se nessuno ci obbliga all’alzabandiera, ma qui il terreno si fa spinato ed è meglio cambiare discorso, prima che sia troppo tardi…

Anyway, cosa certa è che avremo un’ora in meno per digerire l’abbuffata, visto che i due appuntamenti, Pasqua e Ora Legale, sacro e profano, quest’anno coincidono.

E’ si, perchè poco ha di mistico il sistema inventato da Benjamin Franklin (quello del “parafulmine”) nel lontano 1784.

Il giovanotto aveva un pallino per il risparmio energetico, così propose di variare di un’ora il tempo convenzionale, al costo di un mini-jet lag, per poter sfruttare al meglio la luce mattutina e ridurre i consumi elettrici.

E mai idea fu più azzeccata se consideriamo che il Gruppo Terna, operatore di reti per la trasmissione dell'energia elettrica, ha stimato un risparmio annuo in Italia di qualcosa come 700 milioni di kilowattora; che, con le dovute approssimazioni, ammonta a più di 100 milioni di euro!

Quindi tutti pronti domenica, per un gesto semplice ma profondamente eco-friendly, sperando pure che l’allungarsi delle giornate coincida con l’arrivo dell’agognata bella stagione.

Misurino

Loading...

Vi consigliamo anche