0 Shares 13 Views
00:00:00
17 Dec

Prenotata la più grande nave al mondo per trasportare la Concordia

LaRedazione - 11 ottobre 2013
LaRedazione
11 ottobre 2013
13 Views

Sono passati quasi due anni da quel fatidico venerdì tredici gennaio 2012: in quella giornata, la nave da crociera Costa Concordia, capitanata dal comandante Francesco Schettino, è andata a schiantarsi contro gli scogli delle Scole, vicino l’isola del Giglio, cosa che ha causato la morte di centinaia di persone, oltre che la distruzione della nave, che poi si è inabissata col passare del tempo.

I lavori per raddrizzarla sono stati tantissimi e sopratutto lunghissimi, ma finalmente gli addetti sono riusciti nel loro intento, ovvero rimettere in piedi la nave. Ora manca solamente una cosa, il trasporto.

Secondo le ultime voci sul web, e quelle annunciate dal giornale La Stampa, la compagnia Costa Crociere avrebbe prenotato una delle più grandi navi al mondo, ovvero l’olandese Vanguard, barca che dovrà appunto compiere l’impresa di caricare e trasportare la nave Concordia in uno dei cantieri dove verrà smantellata.

Ma come sarà possibile tutto questo?
La nave in questione, ovvero il semisommergile Vanguard, dotato di una particolare struttura nella parte superiore, formata da un ponte piano sul quale possono essere trasportate le piattaforme petrolifere, scopo originale della nave, come prima cosa dovrà immergersi e porsi esattamente sotto la Concordia.

Una volta che questa prima operazione viene svolta, e dopo aver preso bene le misure, la Vanguard dovrebbe risalire a galla, e successivamente dovrà caricare la Concordia sul ponte, permettendo quindi il suo spostamento: l’operazione è possibile grazie alla forza ed ai materiali dei quali è costituita la nave e, come detto prima, grazie alla sua particolare struttura sul ponte.

Una volta che la Concordia si troverà sulla Vanguard, questa potrà essere trasportata in uno dei particolari cantieri dove verrà demolita una volta per tutte: tutta l’operazione verrà a costare circa trenta milioni di dollari, compreso il noleggio del semi sommergibile olandese.

Resta comunque ancora un dubbio da risolvere: quale sarà il cantiere dove la Concordia verrà smaltita?
Ancora ad oggi, questo risulta essere un grande quesito irrisolto, per il semplice fatto che sono moltissimi i cantieri che ancora oggi continuano ad inviare la propria candidatura per essere scelti dalla compagnia, anche se rimane accesa l’ipotesi che il lavoro di smaltimento non venga eseguito in Italia, ma bensì in uno dei tanti cantieri di demolizione europei.

Loading...

Vi consigliamo anche