0 Shares 14 Views
00:00:00
16 Dec

Cotto a Londra il primo hamburger sintetico creato grazie alle staminali

LaRedazione - 5 agosto 2013
LaRedazione
5 agosto 2013
14 Views

Mentre in Italia c’è ancora diffidenza per la cucina giapponese e gli italiani entrano con circospezione in un ristorante cinese, i londinesi si dimostrano molto più avanti di noi, almeno a livello culinario. E’, infatti, nella capitale della Gran Bretagna che è stato creato il primo hamburger usando le cellule staminali di una mucca: 150 grammi di carne sintetica che aprono nuovi scenari sul futuro del cibo mondiale.

Un programma curato e gestito da Mark Post, un ricercatore dell’Università di Maastricht, in Olanda, che sta da anni cercando di portare sulle nostre tavole un prodotto di carne completamente creato in laboratorio. E’ mentre scriviamo, a Londra sarà cotto il primo hamburger di questo tipo. Ma sarà buono? Gli esperti ci dicono che, non potendo contare sul sangue e sui grassi naturali, questa carne sintetica sarà insapore. Per risolvere questo inconveniente sarà necessario aggiungere alla cottura succo di barbabietole rossa per dargli colore, insieme con lo zafferano, e poi sale, uova e pane grattugiato per dargli sapore.

Tutto questo per che cosa? Il problema della fame nel mondo è un problema che riguarda tutti noi. Ormai siamo quasi dieci miliardi di abitanti sulla terra, e il cibo naturale potrebbe non abbracciare più un bacino di utenza così ampio. Inoltre gli studi su questo tipo di prodotto creato in laboratorio potrebbero accontentare anche gli ambientalisti e i cosiddetti vegani che, forse, non ammazzando più gli animali potrebbero cominciare a mangiare carne sintetica. Un po’ come indossare una pelliccia di visone sintetica. Forse in futuro si potrà eliminare la macellazione degli animali, una barbarie che purtroppo è argomento che divide l’opinione pubblica. Inoltre gli allevamenti di bovini causano molti danni all’ambiente, perché per dare ai bovini un terreno praticabile, si disboscano intere foreste causando danni irreparabili all’ecosistema.

Ora però sorge fin da subito un altro problema: il costo. Infatti, produrre un piccolo hamburger da 150 grammi costerà mediamente circa 250.000 sterline. Una cifra un po’ cara, non trovate? Quindi, al momento, è tutto ancora in fase sperimentale. Pensiamo che per ancora molti anni dovrete accontentarvi del solito hamburger sgranocchiato da McDonlad’s o comprato nella macelleria sotto casa. Visti i tempi di crisi, i produttori di carne sintetica, e i fautori delle cellule staminali, dovranno dare un concreto ritocco ai prezzi se vorranno commercializzare questo tipo di carne!

Loading...

Vi consigliamo anche