0 Shares 24 Views
00:00:00
17 Dec

Tokyo: la mammut Yuka in mostra

Gianfranco Mingione - 11 luglio 2013
Gianfranco Mingione
11 luglio 2013
24 Views

Conservazione in ghiacciaia! Le gelide temperature siberiane fanno miracoli, come nel caso del fossile di mammut ritrovato nella ‘fresca’ Siberia. Yuka, questo il nome dato dagli scienziati che l’hanno scoperta nell’aprile scorso, era sepolta nel ghiaccio in ottimo stato di conservazione e risale a circa 39mila anni fa. Colpisce osservare il mantello di colore marrone chiaro, ben conservato, così come tutti i resti del pachiderma, antenato del contemporaneo elefante.

Da venerdì Yuka si mette in mostra. Dal 13 luglio prossimo, fino al 16 settembre, l’esemplare sarà in mostra a Tokyo, in Giappone. Si suppone che Yuka sia morta ad un’età compresa tra i 50 e i 60 anni e, cosa ancor più sconvolgente, i ricercatori riuscirono al momento della scoperta, a prelevare del sangue fluido dal corpo dell’animale. Oggi il campione prelevato è oggetto di studio del laboratorio di bioingegneria privato della sudcoreana Sooam Biotech Research Foundation, che, a quanto riporta ‘Repubblica’, “starebbe lavorando, proprio grazie a quel sangue, per riportare in vita la specie estinta”.

Chissà come la prenderebbero gli elefanti, se vedessero tornare in vita i loro antenati.

[foto: www.bitturk.net]

Loading...

Vi consigliamo anche