0 Shares 15 Views
00:00:00
13 Dec

Sindaco di San Diego nei guai: ‘Voleva che lavorassi senza mutandine’

LaRedazione
24 luglio 2013
15 Views

C’è un nuovo scandalo sessuale che anima le giornate americane: il Sindaco di San Diego avrebbe preteso dalla sua ex portavoce che questa lavorasse senza le mutandine.

Bob Filner è un politico di lungo corso nel panorama americano: democratico, 70 anni, è stato eletto meno di un mese fa come sindaco della grande città di San Diego.
La sua ex collaboratrice, Irene McCormack Jackson, ha portato il caso in tribunale facendo scoppiare un caos mediatico di dimensioni piuttosto importanti, ma prima della sua, c’erano state altre tre denunce pubbliche per molestie, piovute sul capo dell’anziano sindaco che non sembra nuovo a fatti del genere.

L’accusa parla di comportamenti molesti consueti e abitudinari nei confronti di tutto lo staff e dei collaboratori di Filner, che ha però sempre smentito categoricamente ogni accusa, fino a qualche tempo fa quando ha cominciato a circolare, soprattutto in rete, un video in cui l’uomo si scusava per suoi non specificati comportamenti nei confronti delle donne che hanno negli anni lavorato con lui, ammettendo di aver bisogno di aiuto pur non avendo mai violato in alcun modo le leggi, ma al massimo intimidito il suo staff. L’opinione pubblica ha letto nelle parole di Filner una sorta di confessione, pubbliche scuse non palesi alle accuse pesanti rivoltegli in questi giorni.

Dopo quel video Filner ha anche messo sul piatto le ipotesi delle dimissioni dalla carica di Primo Cittadino di San Diego, per concentrarsi su stesso e lavorare con dei professionisti del settore per risolvere i suoi problemi e poter tornare a dedicarsi normalmente all’attività politica, perché in questo modo non si sente nelle condizioni ideali di poter guidare la città.

Irene McCormack Jackson ha denunciato che il sindaco di San Diego le avrebbe più volte domandato di lavorare senza i suoi indumenti intimi, in particolare le mutandine, provando anche ripetutamente a baciarla cerando di saltare addosso; il comportamento di Filner ha causato nella ex giornalista del San Diego Tribune una forte situazione di disagio e di violenza che le ha fatto vivere quel lavoro così prestigioso come un incubo da cui scappare al più presto possibile.
Nonostante le pubbliche scuse, Bob Filner rifugge con decisione le accuse della McCornack, dichiarando che se necessario lotterà con tutte le sue forze in tribunale per dimostrare la sua innocenza in relazione all’accusa della sua ex collaboratrice.

Il caso si presenta piuttosto spinoso e delicato e i media americani sono scatenati sulla questione, che se confermata rappresenterebbe il secondo Sex Gate più clamoroso dopo quello di Bill Clinton con la sua stagista Monica Lewinsky.
Il Sindaco di San Diego avrà parecchio da fare per difendersi dall’accusa di molestie, soprattutto per il particolare pruriginoso delle mutandine che sta facendo parlare l’America intera.

Vi consigliamo anche