0 Shares 15 Views
00:00:00
18 Dec

L’uso corretto della lavatrice

LaRedazione - 23 novembre 2013
LaRedazione
23 novembre 2013
15 Views
corretto uso lavatrice

La lavatrice è ormai un elettrodomestico indispensabile, ma occorre prestare attenzione al suo utilizzo seguendo queste 7 regole per il suo uso corretto.

– Una delle prime cose da fare quando si acquista una nuova lavatrice è stabilirne la posizione in modo ragionato per evitare che questa si deteriori rapidamente o che causi problemi all’interno della casa; vanno infatti calcolati almeno 60 centimetri tra la lavatrice e tutti quegli elementi che possono produrre acqua e umidità come doccia o vasca, lavabo ecc. Inoltre per recuperare spazio, quelle che possono contare sul’apertura ad oblo frontale possono essere posizionate al di sotto dei mobili lavanderia dove si può anche garantire una certa protezione.

– Ma è importante scegliere anche la giusta dimensione per la lavatrice, perché non tutti sanno che questo elettrodomestico viene venduto con con diverse capacità: da 5 kg fino a 9 kg. Utilizzare una lavatrice di elevata capacità quando in casa sono presenti una o due persone rappresenta uno spreco di energia elettrica e di acqua notevole, perché il carico spesso e volentieri non viene fatto completo e la lavatrice però carica l’acqua e utilizza la corrente come se lo fosse. Così come non va bene utilizzare una lavatrice con bassa capacità per nuclei familiari numerosi perché si renderebbero necessari più cicli per completare il lavaggio di tutta la biancheria.

– Sempre nell’ottica del consumo energetico, le lavatrici andrebbero attivate dopo le 7 di sera, nella fascia energetica a minor costo, ma questo non è sufficiente perché nel caso in cui si decida di cambiare l’elettrodomestico, è bene orientarsi su una lavatrice che abbia almeno una classe energetica di consumo A, possibilmente A+++, che rappresentano il massimo del risparmio e dell’ottimizzazione dei consumi.

– Per quanto riguarda il lavaggio, ogni tanto sarebbe opportuno effettuare un lavaggio del cestello utilizzando detergenti antibatterici in modo tale che vengano abbattuti i rischi di contagio da funghi e batteri che si annidano purtroppo tra le guarnizioni e nelle zone più remote della lavatrice. Quest’operazione andrebbe effettuata almeno una volta ogni due settimane.

– Anche se costano, andrebbero utilizzati solo detersivi di buona qualità per la lavatrice perché sono quelli che, oltre a garantire lavaggi più approfonditi, rilasciano meno residui che vanno a depositarsi sugli scarichi e sulle parti di funzionamento del macchinario che alla lunga tendono a deteriorarsi e costringono alla sostituzione.

– Nei primi periodi di utilizzo della lavatrice sarebbe opportuno condurre uno studio sulla durezza dell’acqua, portando ad analizzare un campione, perché se la presenza di magnesio e calcio è eccessivamente elevata, la lavatrice potrebbe risentirne e sono quindi da utilizzare dei rimedi come gli anticalcare per prolungarne la durata.

– Scegli correttamente il programma, facendoti anche aiutare se necessario dal libretto delle istruzioni, per sfruttare al meglio le potenzialità della tua lavatrice, ottenendo lavaggi efficaci e senza sprechi.

Queste 7 regole per un uso corretto della lavatrice sono piccoli consigli per prolungarne la durata e ottenere il massimo dalle sue possibilità.

Loading...

Vi consigliamo anche