0 Shares 32 Views
00:00:00
18 Dec

Saldi invernali 2014: date di inizio

LaRedazione - 1 gennaio 2014
LaRedazione
1 gennaio 2014
32 Views
Saldi-invernali-2014 le date di inizio

La stagione dei saldi invernali è partita il 6 Dicembre in Sardegna ed è prevista fino a febbraio, mentre per tutte le altre regioni bisognerà attendere l’inizio di Gennaio. La Sardegna è stata la prima regione a dare il via ai saldi in seguito alle recenti alluvioni che hanno colpito l’isola, per sostenere l’economia locale.

In Trentino Alto Adige i comuni possono organizzarsi in libera autonomia, mentre per quanto riguarda le altre regioni, la prima a dare il via ai saldi nel 2014 è la Campania con la data di inizio fissata al 2 Gennaio, mentre la data di chiusura è il 2 marzo.

Il 4 gennaio partiranno i saldi in molti regioni: Lazio fino al 15 febbraio; Liguria fino al 18 febbraio; Abruzzo, Calabria Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Molise, Umbria, Valle d’Aosta e Puglia fino al 28 febbraio; Marche fino al primo marzo; la Basilicata fino al 2 marzo; il Veneto e la Toscana fino al 5 marzo; la Sicilia fino al 15 marzo ed infine il Friuli Venezia Giulia fino al 31 marzo. E’ importante sottolineare come per vendite straordinarie si intendono le vendite di liquidazione e le vendite promozionali, durante le quali i negozianti offrono condizioni favorevoli di acquisto dei prodotti. Tali vendite però non possono essere effettuate nei giorni che precedono i saldi e non possono riguardare la stessa tipologia di prodotti che sarà poi oggetto di sconti invernali.

Alcuni consigli per l’acquisto della merce riguardano la presenza sull’oggetto del prezzo originale senza sconto, della percentuale di sconto applicata ed il prezzo finale; inoltre i negozianti che accettano pagamenti con bancomat e altre carte di credito devono accettare i pagamenti elettronici anche in questo periodo dell’anno e sono anche obbligati a cambiare un articolo difettoso o a restituire i soldi.
Gli analisti comunque ritengono che questa stagione sarà meno proficua di quelle precedenti con una flessione del 5 per cento distribuita su tutta la penisola italiana, ma nonostante ciò questa stagione sarà comunque molto frequentata anche se non riuscirà a raggiungere i picchi di vendita registrati in precedenza. Lo stimolo all’acquisto è sempre più basso in quanto il reddito a disposizione per le famiglie è calato e la fiducia dei consumatori ha raggiunto livelli bassissimi. Secondo le analisi la spesa media pro capite durante il periodo dei saldi sarà intorno ai 120 euro, 20 euro in meno rispetto la scorsa stagione.

 

Loading...

Vi consigliamo anche