0 Shares 24 Views
00:00:00
18 Dec

Assicurazioni kasko: è veramente così conveniente?

La Redazione - 30 ottobre 2013
La Redazione
30 ottobre 2013
24 Views

Secondo le ultime statistiche la maggior parte dei nostri concittadini decide di non stipulare una polizza assicurativa a copertura totale. Più che la convinzione di essere ottimi guidatori, alla base della scelta vi è probabilmente il costo elevato delle assicurazioni Kasko, che comprendo ogni rischio, anche dovuto alla semplice disattenzione, richiedono ovviamente il pagamento di un premio più elevato del normale. Ma è davvero così?

In realtà ci sono delle situazioni nelle quali sottoscrivere assicurazioni Kasko potrebbe essere veramente una scelta conveniente.

Partiamo da alcune delucidazioni di base. La polizza in questione copre tutti i danni che per ogni ragione il veicolo si trova a subire: dai danni causati dallo slittamento sull’asfalto bagnato a quel dannato muretto posto all’ingresso del cortile che vostra moglie decide quotidianamente di sfiorare. E’ una copertura facoltativa, che quindi deve essere appositamente sottoscritta: essa comporta un aumento del premio assicurativo, nonché un incremento delle competenze dell’assicurazione, eccedendo decisamente l’area coperta dalla responsabilità civile. Non essendo legata alla colpa, la polizza kasko prevede il risarcimento in ogni caso, anche se a causare il danno sia stato lo stesso assicurato.

Date le premesse è chiaro che essa risulti veramente conveniente solo in condizioni limite, a fronte di veicoli nuovi, aventi un elevato valore di mercato o qualora a stipulare l’assicurazione sia un neopatentato che, per mancanza di esperienza al volante, è ovviamente più esposto ad incidenti o danni da disattenzione.

L’aspetto fondamentale da tenere sotto controllo, qualora si scelga di stipulare una polizza a copertura totale, riguarda la possibilità di modulare i livelli di copertura. Anche per la Kasko è infatti possibile optare per una formula completa, che copre davvero ogni tipologia di danno indipendentemente dalla responsabilità, o scegliere una formula ridotta, in genere denominata mini Kasko, che prevede alcune limitazioni, prima fra tutte la dimostrabilità dell’incidente. All’interno delle due tipologie, sono poi diversi i livelli di tutela assicurativa. Oltre alla copertura massima, la scelta può cadere sul livello di primo rischio, che prevede la definizione di un massimale per il danno risarcibile, calcolato in rapporto al valore dell’auto. o di secondo rischio, che oltre al massimale impone una franchigia, che seppur molto elevata, limita comunque le possibilità di risarcimento.

Si tratta di una scelta che dev’essere compiuta con attenzione affinché le assicurazioni Kasko possano essere davvero convenienti.

Loading...

Vi consigliamo anche