0 Shares 24 Views
00:00:00
14 Dec

Carte di credito ricaricabili, anche per minorenni?

La Redazione
29 ottobre 2013
24 Views

Nate per gli adulti, sempre più si diffondono e vengono utilizzate dai genitori anche semplicemente per versare la paghetta ai propri figli. La maggior parte di esse sono pensate indistintamente per adulti e ragazzi, ma ora qualche istituto ne ha creato alcune specifiche per minorenni. Quali sono i vantaggi?
I vantaggi sono notevoli soprattutto in termini di sicurezza, sia per gli acquisti on line sempre più diffusi e allo stesso tempo con molti problemi di truffe, sia quando i ragazzi si trovano fuori o vanno in gita. Proprio in quest’ultimo caso è necessario fornire i ragazzi di una somma in contanti di particolare entità con il rischio però di esporre i ragazzi al pericolo di furti, tutto ciò viene evitato con le carte di credito ricaricabili. La sicurezza è data dal fatto che, denunciandone il furto o lo smarrimento, possono essere bloccate e quindi si tutela il credito residuo presente sulla carta, però ottenere un duplicato richiede del tempo.

Con questo tipo di carta gli adolescenti vengono anche responsabilizzati perché sono i genitori a stabilire il tetto di spesa massimo e inoltre non vi è alcun obbligo di ricaricarle con cadenza periodica.
Molti si chiedono se i minorenni possano da soli procedere alla stipula di un contratto per una carta ricaricabile. La risposta è negativa perché la prima fase deve essere gestita da un adulto che può essere un genitore, ma anche il nonno che vuole fare un regalo speciale. Finito il credito la carta non può essere utilizzata per effettuare pagamenti, può però essere ricaricata e questa operazione ha dei costi che variano in base all’istituto con il quale si contrae, difficilmente però si trovano costi inferiori ad un euro. La carta ricaricabile ha anche il vantaggio di non avere interessi da pagare. Per averne una non è necessario avere un conto corrente e nella maggior parte dei casi possono essere ricaricate anche presso un tabaccaio.

Quali elementi devono essere tenuti in considerazione nello scegliere una carta di credito ricaricabile? La prima prima risposta a questa domanda può sembrare ovvia, si tratta dei costi di ricarica e dei costi della emissione a cui abbiamo già accennato in precedenza. E’ opportuno anche considerare la presenza di un tetto minimo da versare e non deve essere sottovaluta l’importanza della scelta del circuito, infatti, se si vuole facilitare la vita ad un minorenne con l’utilizzo della moneta elettronica, deve essere scelto un circuito visa o mastercard perché questi permettono di fare compere nella maggior parte degli esercizi commerciali e soprattutto possono essere utilizzate anche all’estero.
Acquisti sicuri e controllati con la carta di credito ricaricabile per minorenni.

Vi consigliamo anche