0 Shares 15 Views
00:00:00
18 Dec

Che cos’è il leasing, le informazioni che ti servono

La Redazione - 11 novembre 2013
La Redazione
11 novembre 2013
15 Views

I soggetti coinvolti nel contratto di leasing sono tre:
– l’utilizzatore, cioè colui che richiede il bene per poterlo usare nell’esercizio della propria impresa,
– la società di leasing o concedente, cioè chi acquista e mantiene la proprietà del bene fino all’eventuale riscatto,
– il fornitore o produttore vero e proprio del bene.
Il leasing spesso viene paragonato ad una vendita a rate, ma è un prodotto finanziario totalmente diverso in quanto non è diretto ai privati, può prevedere durate anche di medio e lungo termine e non comporta la cessione immediata della proprietà del bene.

Questa particolare forma di finanziamento è usata da liberi professionisti, imprese e pubbliche amministrazioni per poter disporre di determinati strumenti senza intaccare i propri capitali.
Ci sono svariate forme di leasing che rispondono alle richieste personali dei diversi soggetti o che addirittura vengono create appositamente per un determinato prodotto (leasing strumentale, leasing immobiliare, leasing auto, ecc). Generalmente il leasing prevede il pagamento di un canone periodico, mentre il versamento di una maxi rata iniziale e quello della quota prefissata finale sono elementi opzionali.
Il pagamento del riscatto finale, oltre a dover essere indicato nel contratto, consente all’utilizzatore di diventare il reale proprietario del bene.
I vantaggi del leasing sono diversi. Come già sottolineato, questo contratto, comporta l’uso di strumenti utili all’attività senza dover impiegare ingenti liquidità.
Inoltre, rispetto ad altri pacchetti finanziari, segue un iter più snello e veloce e di solito comporta costi finali più bassi. Il contratto di leasing è altamente personalizzabile come durata, numero di rate, assistenza, manutenzione, assicurazione, importo di riscatto ed eventuale anticipo.

Infine, il leasing prevede il pagamento di canoni che sono totalmente deducibili, non solo per la quota capitale, ma anche per la parte di interessi maturati. Quindi fiscalmente il bene oggetto di leasing viene equiparato ad un bene di proprietà di chi lo utilizza, ma nella pratica concreta il passaggio di proprietà avviene solo se e quando l’utilizzatore decide di esercitare il diritto di riscatto.
Rispetto ad un acquisto, il leasing consente di finanziare l’importo necessario per intero e può prevedere servizi accessori come l’assicurazione e l’assistenza. Inoltre, nel caso del leasing l’incidenza dell’Iva viene dilazionata su tutti i canoni periodici.
Confrontato con le formule a noleggio, ha la prerogativa di poter permettere la scelta sia del bene e dei relativi optional, sia di un brand in particolare.

Loading...

Vi consigliamo anche