0 Shares 16 Views 2 Comments
00:00:00
11 Dec

Consulenti del Lavoro chiedono proroga della scadenza per il 770/2013

LaRedazione
19 luglio 2013
16 Views 2

Il Consiglio nazionale dei Consulenti del Lavoro ha inoltrato una lettera all’Agenzia delle Entrate chiedendo la proroga dei termini di presentazione e di pagamento del modello 770/2013 relativo alla dichiarazione dei sostituti di imposta. La richiesta è motivata dai tempi diventati molto ristretti dopo i rinvii concessi per la presentazione dell’Unico, che hanno accorciato, e non di poco, i giorni a disposizione per la preparazione dei documenti la cui presentazione dovrebbe avvenire entro il 31 luglio.

Nella ridda di tasse, imposte e scadenze varie che sempre si accumulano durante questo periodo dell’anno, non è così raro il rischio di dimenticarsi qualcosa o, addirittura, di non riuscire ad avere il tempo di organizzarsi nella maniera appropriata entro i termini previsti dalla legge.
Proprio il rischio di andare incontro a una difficoltà del genere è al centro della denuncia effettuata proprio in questi giorni dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, che, per via dei tempi molto ristretti rimasti a disposizione, hanno chiesto una proroga dei tempi per la presentazione del modello 770/2013.

Il modello 770 è quello relativo alla dichiarazione dei sostituti di imposta, ovvero dei datori di lavoro o degli enti di previdenza che trattengono una parte delle tasse relative a compensi, salari e pensioni, sostituendo il contribuente stesso nei suoi rapporti con il fisco. I dati riguardano le ritenute effettuate in ogni periodo d’imposta dello scorso anno solare, i versamenti eseguiti durante questi lassi di tempo, eventuali crediti e compensazioni oltre ai dati assicurativi e contributivi. In base agli specifici dati dacomunicare e ai relativi quadri da compilare, il Modello può essere presentato in modo semplificato o ordinario.

La richiesta di proroga si è resa necessaria per via dei rinvii di pagamenti del modello unico 2013, come si legge nella lettera inviata all’Agenzia delle Entrate da parte di Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro.
Date queste premesse, diventa difficile per le aziende e i professionisti del settore avere il tempo necessario per preparare tutta la documentazione nella maniera corretta entro il termine che era fissato per il 31 di luglio. Per questo i consulenti del lavoro chiedono l’’impegno del Ministero dell’Ecnomia affinché conceda la proroga senza corrispondere alcun onere per il rinvio dei pagamenti, visto che i problemi riscontrati non nascono da una cattiva volontà o da una malagestione delle tempistiche da parte dei contribuenti, ma dall’evidente allungamento dei tempi avuto in conseguenza del rinvio dei pagamenti dell’Unico 2013.

D’altra parte, ricorda sempre la richiesta ufficiale di proroga, anche l’anno scorso i termini di consegna del modello 770 erano stati posticipati al 20 settembre, dando così il tempo di rispettare le scadenze e presentare la documentazione nei tempi e nelle modalità corrette.

Vi consigliamo anche