0 Shares 11 Views
00:00:00
15 Dec

Continua la caduta dei prestiti

La Redazione
13 novembre 2013
11 Views

La Banca d’Italia ha lanciato l’allarme: nonostante i tenui segnali di ripresa a livello macro-economico, continua la caduta dei prestiti ai privati, segno inequivocabile della reale sofferenza dell’economia reale.

Palazzo Koch ha analizzato i dati raccolti alla fine di settembre: il paese sta attraversando una fase di crisi estremamente acuta, che interessa soprattutto le famiglie e il settore privato.
A livello d’insieme, i prestiti concessi dagli istituti di credito al settore privato hanno conosciuto nel corso dell’anno una contrazione di 3,5 punti percentuali.
Nel dettaglio, i prestiti concessi alle famiglie sono diminuiti dell’1,1 % su base annua (ad agosto la diminuzione era stata ancora più vistosa, con un calo dell’1,2 %, sempre su base annua).
Più grave la situazione riguardante le società private non finanziarie: i crediti concessi sono diminuiti di ben 4,2 punti percentuali (ad agosto la flessione era stata addirittura del 4,6 %).
Il monitoraggio della Banca d’Italia sui bilanci bancari porta così alla luce una crisi reale da parte sia delle famiglie, obbligate a ridurre ai minimi termini la spesa e le prospettive di acquisto, sia delle imprese, che ormai sembrano richiedere sempre meno credito agli istituti bancari.

La riduzione delle richieste di prestito di denaro agli istituti bancari è lo specchio di una reale e concreta difficoltà della vita economica del paese.
Né le famiglie né le aziende sembrano ormai essere in condizione di effettuare investimenti a medio-lungo termine. La maggior parte degli italiani, secondo quanto emerso dallo studio della Banca d’Italia, compra solamente ‘giorno per giorno’, limitando i propri acquisti a quanto ha effettivamente a disposizione in quel medesimo momento.
La caduta dei prestiti è sinonimo di scarsa fiducia nel futuro, sia da parte delle aziende che da parte dei privati e delle famiglie.
Al tempo stesso, il crollo nella richiesta di crediti rispecchia una reale difficoltà da parte di famiglie e aziende nel poter fornire garanzie valide per poter ottenere un prestito.
La continua caduta dei prestiti che è stata registrata nel corso degli ultimi anni rispecchia fedelmente le difficoltà di un paese che, nonostante i timidi segnali di ripresa a livello macro-economico, è ancora pienamente coinvolto nella crisi economica iniziata nel 2008.

Loading...

Vi consigliamo anche