0 Shares 28 Views
00:00:00
17 Dec

Guida alle obbligazioni: come funzionano

La Redazione - 5 novembre 2013
La Redazione
5 novembre 2013
28 Views

Ecco una guida alle obbligazioni, che vi spiegherà come funzionano.

Mentre i rendimenti dei titoli tradizionali viariano in base all’andamento del mercato, le obbligazioni sono molto meno probabili di volatilità. Con l’ausilio di pochi e semplici passi, è possibile aumentare in modo incrementale il patrimonio netto e la propria sicurezza finanziaria.
Innanzi tutto valutate attentamente la vostra situazione finanziaria attuale. Quanti soldi potete ragionevolmente permettervi di investire in emissioni obbligazionarie? Tenete presente che le obbligazioni richiedono da un anno a dieci per poter maturare.
Successivamente, decidete come utilizzare i fondi disponibili per gli investimenti. I prestiti obbligazionari iniziano a partire da una somma minima di 500 Euro.

Reperite il numero maggiore possibile di informazioni. A differenza del mercato azionario, non c’è una sola fonte: un buon posto per iniziare è la propria banca locale o un broker privato. Entrambe le risorse sapranno come sfruttare le fonti di informazione che vi forniranno informazioni accurate e tempestive.
Le obbligazioni sono emesse da diverse società a determinate condizioni. Dato che il loro numero è elevatissimo, accertatevi della loro solidità, visionando la posizione che occupano nel mercato di riferimento.
Attenzione anche alla strutturazione del pay out: alcune obbligazioni prevedono pagamenti periodici di interessi maturati nel corso del prestito. Altre rimborsano gli interessi maturati dopo la scadenza dell’obbligazione stessa.
Indagate poi lo sfondo dell’emittente che ha attirato la vostra attenzione, per assicurarvi che sia finanziariamente stabile e rimanga tale fino a quando i vostri investimenti hanno valore.

Eseguire l’ordine di acquisto di obbligazioni completamente di testa propria non è una buona idea, specie se siete alle prime armi. E’ invece consigliabile passare attraverso la vostra banca o un broker affidabile e di comprovata esperienza per completare la transazione. Siate consapevoli del fatto che sicuramente vi saranno delle spese di commissione, quindi chiedete prima la loro entità, per non trovarvi poi di fronte a brutte sorprese. Il consulente preposto sarà in grado di calcolare le tasse prima dell’acquisto.
Imparate a determinare le date di maturazione delle vostre obbligazioni. Ciò è particolarmente importante se non è previsto alcun interesse fino alla loro scadenza definitiva.
Un ultimo consiglio: fate attenzione al rispetto delle condizioni e delle scadenze fiscali, per non incorrere in sanzioni che vi farebbero passare in una fascia d’imposta più elevata, con un conseguente incremento delle tasse.
Ricordate sempre di seguire i consigli forniti in questa guida alle obbligazioni, sia per capire come funzionano sia per mettere in atto le strategie più idonee all’investimento migliore e redditizio.

Loading...

Vi consigliamo anche