0 Shares 18 Views
00:00:00
16 Dec

Leasing strumentale: tutto quello che c’è da sapere

La Redazione - 11 novembre 2013
La Redazione
11 novembre 2013
18 Views

Questo tipo di contratto, considerando la crisi economica che stiamo vivendo, è senza dubbio una forma di sostegno vitale per le imprese, in quanto consente di ottenere un finanziamento, come detto, corrispondente anche al costo totale del cespite: costo totale che arriva a comprendere anche le operazioni di installazione e gli eventuali accessori aggiuntivi al modello base del bene strumentale in questione.

L’ente che eroga il finanziamento acquista il cespite e ne concede l’utilizzo e la gestione all’impresa: il tutto in cambio di un canone, mensile, che l’azienda paga per poterne usufruire.

Di regola l’ente chiede un anticipo, il quale corrisponde al 10-20% del valore del bene, e che deve essere versato dall’impresa contestualmente alla firma del contratto di leasing strumentale.

All’impresa viene data la facoltà di diventare proprietaria del bene strumentale, attraverso un’operazione di riscatto dello stesso che si svolge in questo modo: nel momento della sottoscrizione del contratto la società che eroga il finanziamento e l’impresa stabiliscono il valore del bene e inseriscono una clausola che assicura all’impresa, tramite il versamento di una somma compresa tra lo 0,5 e il 5% del valore del bene, la possibilità di diventarne proprietaria.

Il valore del bene non deve’essere l’unico parametro stabilito al momento delle firme sul contratto, in quanto anche il canone di locazione deve essere predeterminato precedentemente, insieme ad un preciso prospetto del piano di rientro.

Il contratto è stipulabile per una durata compresa tra i tre e i dieci anni.

Per quanto riguarda le tempistiche entro le quali si riesce ad accedere al leasing strumentale, siamo di fronte a tempi molto celeri: solitamente in meno di 15 giorni il finanziamento diviene realtà, ma ovviamente parametri fondamentali per ottenerlo sono l’assenza di precedenti protesti e la dimostrazione di affidabilità per quanto riguarda la gestione delle proprie situazioni debitorie.
In altri termini, se dai controlli della società a cui si richiede il finanziamento, dovesse risultare che l’impresa non rispetta le scadenze nei pagamenti ai creditori, vi sono molte possibilità che il leasing strumentale non si materializzi.

Infine, per le imprese che riescono ad accedere al leasing strumentale, vi sono alcune agevolazioni: innanzitutto di natura fiscale, in quanto il canone dovuto alla società erogatrice del finanziamento è deducibile per intero, una volta dimostrato che il contratto ha tutti i requisiti legislativamente previsti, ed anche altre di natura diversa, che danno modo di conseguire uno sconto sul canone mensile dovuto.

Loading...

Vi consigliamo anche