0 Shares 19 Views
00:00:00
18 Dec

Prestiti casalinghe: tutto quello che serve sapere

La Redazione - 5 novembre 2013
La Redazione
5 novembre 2013
19 Views

I prestiti casalinghe sono finanziamenti atipici, ovvero richiedibili senza la presentazione di un documento che attesti il reddito di una busta paga. Questa categoria di prestiti ha però le sue regole da rispettare. Vediamo tutto quello che c’è da sapere su questo tipo di prestito.

Garanzie della casalinga
I prestiti casalinghe richiedono alcune garanzie, in sostituzione della garanzia derivante dal reddito.
Per poter usufruire quindi di un prestito sarà necessario presentare una delle seguenti garanzie:
un garante
la certificazione un lavoro part-time
reddito di un locale in affitto
la prova di qualsiasi altro tipo di accredito mensile in conto corrente
la proprietà di un immobile sul quale è possibile apporre un’ipoteca.

La figura del garante
Da ciò si desume chiaramente che una donna che non possiede nessun tipo di reddito o non ha un garante a salvaguardia della restituzione della somma ricevuta, non può ottenere nessun tipo di prestito casalinghe. La figura del garante risulta quindi essere fondamentale. Chi può essere il garante?
Nei casi in cui la somma riguarda le esigenze di carattere personale della casalinga, è consigliabile che il garante sia il marito (con reddito dimostrabile). Invece, nel caso in cui si tratti di esigenze familiari, il garante di solito è un parente o un amico stretto.

La somma richiedibile e il prestito
Essendo il prestito per casalinghe incluso nella categoria del microcredito, non è possibile richiedere alte somme. In genere non è possibile superare la somma di 2 mila euro, che salgono a 5 mila in casi particolari in cui la banca o l’istituto di credito lo ritiene opportuno e sicuro.
Il piano di ammortamento in genere non supera i 2 anni (24 mesi) e il tasso applicato è fisso.
I prestiti casalinghe possono essere richiesti ai maggiori istituti di credito, come Findomestic, Agos Ducato, ecc..

Assenza di garante
Quando manca la possibilità di avere un garante si può optare per la carta revolving, una carta di credito ricaricabile che permette di ottenere somme fino a 1.500 euro. La restituzione avviene in piccole somme mensili.
Se volete scegliere questa opzione, attenzione ai tassi di interesse (TAEG in particolare). Spesso in queste carte sono molto alti, il che rende la forma di finanziamento poco conveniente. Molto meglio confrontare prima diverse offerte alla ricerca di quella con tasso di interesse inferiore.

Siete casalinghe? Avete bisogno di denaro e state pensando ad un prestito? La soluzione esiste anche per voi!
Fate un confronto di offerte prestiti casalinghe e fateci sapere quali avete trovato più convenienti lasciando un commento.

Loading...

Vi consigliamo anche