0 Shares 13 Views
00:00:00
17 Dec

Prestiti personali: forma di finanziamento non finalizzato, ecco come richiederlo!

La Redazione - 18 ottobre 2013
La Redazione
18 ottobre 2013
13 Views

I prestiti personali fanno parte della categoria del credito al consumo e permettono di ottenere una somma di denaro ben precisa, da rimborsare tramite l’applicazione di un tasso di interesse fisso e un piano di rimborso a rate costanti.

È la forma di prestito più diffusa nel nostro paese e rappresenta una delle principali formule di prestito non finalizzato, ovvero un prestito non destinato ad uno scopo ben preciso (ad esempio l’acquisto di un bene), ma che può essere richiesto per diverse ragioni. Il vantaggio è il fatto di non dover dimostrare come saranno utilizzate le somme incassate.

A chi rivolgersi per ottenere un prestito personale
I prestiti personali possono essere richiesti a vari tipi di canali distributivi:
– banche,
istituti finanziari,
– siti web.

Chi può richiedere un prestito personale
Il prestito personale, in linea generale, può essere richiesto da tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 70 anni e che hanno la possibilità di esibire una prova che accerti la propria capacità di rimborso. In altre parole devono possedere una busta paga (lavoratori dipendenti), un modello unico (lavoratori autonomi) o il cedolino della pensione (pensionati).

Caratteristiche di un prestito personale
Salvo eccezioni, il prestito personale presenta le seguenti caratteristiche:
– L’importo richiedibile non supera i i 30 mila euro e il piano di ammortamento può essere dilazionato fino a 120 mesi.
– Il tasso medio applicato (TAN) si aggira intorno al 12,10%.
– Il costo del prestito viene determinato dal TAEG (tasso annuo effettivo globale). Attraverso il TAEG è possibile comparare le varie offerte e la loro convenienza.
– In linea generale non vengono richieste garanzie accessorie, ma alcuni istituti finanziari richiedono la firma di un coobbligato, che di norma è un familiare del debitore.
– Spesso viene richiesta la stipula di una copertura assicurativa che assicuri il rimborso in caso di evento grave. Questo comporta un aumento della rata.

Come richiedere un prestito personale
Dopo aver valutato con attenzione quale forma di prestito personale scegliere e a quale Istituto di Credito rivolgersi, dovrà essere presentata la richiesta.
Insieme alla richiesta saranno necessari alcuni documenti, ovvero:
– documento d’identità
– codice fiscale
– documento che attesti il reddito (busta paga o cud, cedolino della pesnione o modello unico).
Dopo aver esaminato le credenziali del richiedente, l’Istituto di Credito deciderà se concedere o meno il finanziamento. In caso positivo, la somma sarà accreditata immediatamente tramite assegno o bonifico bancario. Se la richiesta viene rifiutata, è meglio attendere un paio di mesi prima di presentarne un’altra, anche se si tratta di un istituto di credito diverso.

Se hai bisogno di liquidità valuta la possibilità di richiedere un prestito personale. I prestiti personali non sono finalizzati e ti permettono di fare della somma ottenuta ciò che vuoi.
Hai mai richiesto un prestito personale? Raccontaci la tua esperienza.

Loading...

Vi consigliamo anche