0 Shares 23 Views
00:00:00
14 Dec

Prestiti senza busta paga: è necessario presentare delle garanzie per ottenere il finanziamento?

La Redazione
21 ottobre 2013
23 Views

Hai disguidi finanziari e sei protestato? Se ti occorre ottenere un finanziamento puoi ricorrere alla formula prestiti protestati, la soluzione ideale per chi si trova nelle tue condizioni. Anche se sei protestato puoi riuscire comunque ad avere la liquidità che ti occorre. Scopri come continuando a leggere.

Se sei protestato significa che c’è stata un’occasione in cui non hai potuto pagare una cambiale o un assegno emesso, entro la data stabilita. Con il protesto si dichiara formalmente che una persona non ha onorato il proprio impegno finanziario, in quanto la cambiale o l’assegno presentato all’incasso non è stato pagato.
I protestati vengono inseriti in un elenco pubblico che si trova presso la Camera di Commercio: “Registro Informatico dei Protesti (acronimo R.I.P.)”. Questo elenco di nomi è a disposizione di chiunque per essere consultato. Chi è iscritto in questo elenco non otterrà mai un prestito tradizionale, in quanto considerato cattivo pagatore.
A volte però ci si ritrova in questo elenco solo per un disguido finanziario momentaneo, cosa di cui banche e Istituti di credito non tengono conto. È anche il tuo caso?
Se sì la soluzione resta solo una: il prestito per protestati

Qual’è il prestito per protestati?
Il prestito a cui possono ricorrere tutti i soggetti protestati è quello della cessione del quinto. È una formula di prestito mediante la quale la rata del finanziamento non viene versata dal debitore, ma viene trattenuta direttamente dallo stipendio (e quindi pagata dal datore di lavoro) oppure dalla pensione (e quindi versata dall’Istituto di previdenza sociale).
Questa particolare formula di finanziamento è una garanzia sufficiente per la banca, che concede somme di denaro anche a soggetti protestati. Il prestito però dovrà essere associato ad una copertura assicurativa che provvederà a rimborsare il debito nel caso in cui il soggetto perda il posto di lavoro.
Chi concede prestiti tramite la cessione del quinto?
Quasi tutti gli Istituti di credito e le banche lo concedono. È una formula molto usata e particolarmente gradita da entrambi i contraenti.

Come fare cancellare il proprio nome dal registro dei protestati
Esistono due modi per ottenere la cancellazione dal registro dei protestati.
La prima è quella automatica, che avviene quando sono passati cinque anni dal momento in cui il debito non è stato onorato.
La seconda avviene richiedendo al Presidente del tribunale di essere riabilitati in virtù del fatto che il debito è stato saldato prima che sia trascorso un anno dalla data del protesto. Se si ottiene la riabilitazione, si ottiene la cancellazione dall’elenco dei protestati presentando la documentazione alla Camera di Commercio.

Se hai avuto un disguido finanziario momentaneo, non è un problema. Puoi ottenere i prestiti protestati tramite la formula con cessione del quinto.
Hai già provato a richiedere un prestito in queste condizioni? Raccontaci la tua esperienza.

Vi consigliamo anche