0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

Per i tuoi progetti la soluzione è chiedere prestiti personali

La Redazione
17 ottobre 2013
13 Views

In un momento di straordinaria difficoltà come quello che attualmente si sta vivendo in Italia sotto il profilo economico, sono sempre di più i cittadini che si trovano nelle condizioni di non avere le necessarie risorse per far fronte ad improvvise impellenze finanziarie come ad esempio per effettuare dei piccoli lavori di ristrutturazione, acquistare un prodotto di interesse, pagare delle utenze particolarmente elevate e quant’altro. Tuttavia, una valida soluzione per risolvere questa tipologia di problematiche è rappresentata dai prestiti personali. I prestiti personali sono, infatti, il prodotto finanziario finalizzato al credito che maggiormente può essere utile in queste particolari situazioni grazie soprattutto all’estrema flessibilità che li caratterizza.

Entrando maggiormente nello specifico, i prestiti personali hanno il grande vantaggio di poter essere richieste senza indicare quale sia la finalità. In parole povere, la banca o qualsiasi tipologia di istituto di credito a cui ci si rivolga, mette a disposizione del proprio cliente la somma richiesta in fase di sottoscrizione, senza essere a conoscenza dell’utilizzo che se ne voglia fare. I prestiti personali solitamente possono essere richieste da persone che godono della residenza italiana quanto meno da tre anni, abbiano compiuto almeno il diciottesimo anno di età all’atto di sottoscrizione e alla termine del piano di ammortamento, non abbiano compiuto il settantacinquesimo anno di età. Per quanto concerne le garanzie finanziarie, il richiedente deve dimostrare di poter essere in grado di onorare mensilmente il rimborso.

Nello specifico, i lavoratori dipendenti dovranno presentare in allegato alla richiesta di prestito, la fotocopia dell’ultima busta paga ricevuta, i pensionati la copia del certificato che attesti il diritto alla pensione mentre i lavoratori autonomi ed i liberi professionisti copia della propria ultima dichiarazione dei redditi. Per chi invece non può contare su un reddito mensile fisso, allora si può pensare di avvalersi del supporto di un garante ed ossia di una persona che si dichiara ugualmente responsabile della possibile inadempienza durante il rimborso, oppure di effettuare una ipoteca su immobili di proprietà di valore non elevato. L’importo che si può accedere grazie ad un prestito personale oscilla da poche centinaia di euro fino ad un massimo di 30 mila euro anche se tuttavia in alcune situazioni tale cifra può essere tranquillamente superata. Ovviamente il piano di rimborso varia a seconda dell’importo richiesto anche se non viene mai superata la soglia dei dieci anni. Infine, mentre il tasso di interesse può essere sia fisso che variabile a seconda delle proprie necessità, è opportuno sottolineare come l’iter per ottenere un prestito personale sia piuttosto veloce.

Loading...

Vi consigliamo anche