0 Shares 16 Views
00:00:00
11 Dec

Agenda digitale: al via le fatture elettroniche per le Pa

Michela Fiori
10 dicembre 2013
16 Views

E’ partita la prima fase sperimentale che consente alle Pubbliche Amministrazioni di ricevere le fatture in formato elettronico. L’iniziativa, annunciata in un comunicato il 6 dicembre scorso dall’Amministrazione finanziaria durerà sei mesi e vedrà coinvolte le Pa che hanno stipulato degli accordi con i fornitori. Gli enti pubblici e le pubbliche amministrazioni coinvolte dall’iniziativa inoltre devono aver aderito al Sistema di Interscambio (SdI) gestito dell’Agenzia delle Entrate.

Questa prima fase è l’inizio di un processo che porterà le amministrazioni pubbliche locali e statali a poter ricevere solamente fatture elettroniche a partire dal 6 giugno 2015.

La decisione di passare dalla fattura cartacea a quella elettronica, deriva dalla Legge n. 44/2007, Finanziaria 2008, e rientra all’interno dell’attuazione dell’Agenda digitale italiana. Per essere valida, la fattura digitale dovrà avere un contenuto rappresentato, in un file XML (eXtensible Markup Language), secondo il formato della FatturaPA,  l’ unico accettato dal Sistema di Interscambio. La firma elettronica qualificata garantirà l’autenticità di chi emette la fattura e l’integrità del contenuto. L’adozione prevede delle fasi con scadenze precise. Chi vorrà fare affari con le Pa dunque dovrà rispettare le date di scadenza della sperimentazione. La prima data da tenere d’occhio è quella del 6 giugno 2014 quando scatterà l’obbligo per tutti i fornitori di Ministeri, Enti di previdenza ed  Agenzie fiscali,  di avvalersi di fattura elettronica. Dal 6 giugno 2015 come anticipato l’obbligo verrà esteso a tutte le amministrazioni. Per quanto riguarda le amministrazioni locali, la data di attivazione dell’obbligo di fattura elettronica verrà stabilita con un decreto specifico che verrà emanato a breve.

[foto: digitpa.gov]

Vi consigliamo anche