0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

Google investe 258 milioni in Uber. In arrivo un nuovo e rampante servizio

LaRedazione
27 agosto 2013
13 Views
driveless

I fondi saranno in parte destinati all’acquisto di 2500 automobili driveless per muoversi in città senza conducente.

Il progetto delle auto elettriche driveless è uno dei tanti progetti di Google per espandersi in nuovi mercati. Grazie ad Uber, che opera nel trasporto locale in diverse città nel mondo, in Italia è attiva a Milano e Roma, Google avrà la possibilità di monitorare importanti dati sul traffico locale, migliorando il proprio algoritmo mappe e le app che consentono di richiedere l’intervento di un autista per spostarsi in città. C’è di più nell’accordo, ben 2500 vetture senza conducente saranno vendute da Google a Uber, questo nuovo parco auto consentirà di sperimentare sul campo l’efficiacia delle auto senza conducente, vetture in grado di spostarsi in ambito cittadino in totale autonomia tramite il sistema di mappe. Un servizio sicuramente straordinario che potrà rivoluzionare nel giro di pochi anni il settore dei taxi e dei servizi di noleggio con una notevole riduzione dei costi per l’utente.

Svelate nell’ultimo salone dell’auto di Detroit, le auto senza conducente di Google sono giunte alla terza generazione con il modello GX3200, un parco auto dal valore di 375 milioni di dollari sarà a disposizione di Uber entro il prossimo anno, quasi tutti i modelli saranno utilizzati negli Stati Uniti, paese dove, dal suo lancio sul mercato, l’ormai ex start up fondata da Garrett Camp e Travis Kalanick, cresce ogni mese del 15% con un valore stimato in 3 miliardi di dollari.

Nel prossimo futuro si potrà quindi viaggiare in città prenotando online l’intervento di auto elettriche senza conducente, si può già fare in alcune città. Questo rivoluzionario e rampante servizio è stato accolto da forti polemiche da parte dei tassisti nella città di Milano, gli animi si sono calmati solo con l’intervento del Comune, che ha richiesto la firma di un’accordo specifico per limitare solo in alcune zone del centro città la disponibilità delle auto di Uber.

Vi consigliamo anche