0 Shares 26 Views
00:00:00
17 Dec

La NSA può leggere i dati dell’iPhone, Android e Blackberry

Gianfranco Mingione - 10 settembre 2013
Gianfranco Mingione
10 settembre 2013
26 Views

La NSA (National Security Agency – Agenzia per la Sicurezza Nazionale), uno degli organismi governativi che si occupa della sicurezza nazionale degli USA, ha sviluppato specifici programmi per entrare negli smartphone iOS, Android e Blackberry. Secondo un articolo pubblicato sulla rivista tedesca “Der Spiegel”, potrebbero infiltrarsi in 38 funzioni dell’iPhone, leggere la rubrica dei contatti ed i messaggi di testo.

Siamo tutti osservati speciali? Oramai non stupisce più di tanto leggere notizie del genere, nell’epoca di del www e della condivisione di profili pubblici e dati anche sensibili, siamo tutti potenziali osservati speciali. L’operazione della NSA sembra essere avvenuta senza la collaborazione di Google, Apple e Blackberry.

Ma come funziona lo spionaggio? Per gli iPhone, e in maniera simile per Android e Blackberry, il tutto avverrebbe attraverso un malware (software “maligno” creato con lo scopo di fare danni), con il quale infettare i computer ai quali gli utenti collegano l’iPhone per il backup, sottraendo così i dati.

In poche parole, come sintetizza l’articolo di Valerio Porcu sulla rivista web “Tom’s hardware”, la “Nsa può ascoltare e registrare chiamate in tutto il mondo, monitorare praticamente ogni bit che viaggia su Internet, alterare i software crittografici e manipolare gli standard affinché abbiano debolezze ad hoc, sviluppare hardware dedicato alla violazione di password, e disporre di risorse virtualmente infinite per il brute forcing (ndr. metodo che si usa in informatica per trovare la password di accesso ad un sistema)”.

Caro navigatore del terzo millennio, attento che il Grande Fratello ti sta guardando! George Orwell docet…

[foto: novinenovosadske.rs]

 

 

Loading...

Vi consigliamo anche