0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Lavoro all’estero: tirocini dell’Unione Europea

Gianfranco Mingione
22 agosto 2013
11 Views

Lavorare all’estero. Un’occasione da non perdere per quanti desiderano vivere un’esperienza di lavoro internazionale, presso gli uffici dell’Unione Europea di Bruxelles, Lussemburgo, Dublino e Londra, le Delegazioni e le Rappresentanze. I partecipanti devono essere laureati di primo livello e cittadini di un paese membro dell’UE, anche se un certo numero può provenire da paesi al di fuori di quest’area. Fondamentale la conoscenza delle lingue straniere.

I tirocini sono retribuiti con borse di studio da 1.071,19 euro mensili, ai quali vanno aggiunti il rimborso delle spese di viaggio e l’assicurazione per malattie e infortuni. La durata è di cinque mesi. Una paga niente male, considerato che in Italia, gli stagisti e i tirocinanti, non guadagnano che miseri rimborsi spese o buoni pasto per svolgere una giornata lavorativa al pari degli altri colleghi inquadrati.

Cosa si farà? I tirocinanti avranno l’occasione di svolgere diverse mansioni: partecipare ed organizzare incontri, gruppi di lavoro, forum, audizioni pubbliche, ricercare e compilare documenti e progettualità in corso.

Scadenza, requisiti e inoltro domande. Entro il 30 agosto prossimo, si può inviare la propria candidatura per partecipare al primo periodo di tirocini, che parte il 1° marzo del 2014. Per leggere ulteriori informazioni e presentare la propria candidatura, consultare il sito web http://ec.europa.eu.

[foto: www.actibva.com]

Loading...

Vi consigliamo anche