0 Shares 15 Views
00:00:00
16 Dec

Roma: in scadenza l’ultimo concorso per il comune

Gianfranco Mingione - 14 maggio 2013
Gianfranco Mingione
14 maggio 2013
15 Views

Scadenza vicina. C’è tempo fino al 17 maggio prossimo per inoltrare la propria domanda di partecipazione ai quattro concorsi, per titoli ed esami, banditi dal Comune di Roma. L’amministrazione capitolina ha pubblicato bandi volti ad assumere un totale di 362 persone con contratti a tempo determinato. Le figure professionali ricercate sono le seguenti:

  • 90 posti per Istruttori dell'organizzazione della Pubblica Amministrazione;
  • 32 posti da Istruttore Servizi Tecnici e Territoriali;
  • 230 posti da Operatore di rilevazioni sistemiche;
  • 10 posti da Facilitatore dei processi di innovazione tecnologica.

Chi può partecipare? Requisiti principali sono la maggiore età, la cittadinanza europea, diploma o laurea a seconda della posizione per la quale ci si candida. Il bando e la domanda si possono scaricare dal seguente sito www.praxi.com.

Prove. L’esame è strutturato in due prove, una scritta e una orale, oltre alle prove teoriche-pratiche sui vari argomenti inerenti il ruolo scelto.

“Saldi elettorali di fine mandato?”. Intanto, come riporta "il Fatto" del 10 maggio, montano le polemiche contro questi concorsi da parte della Cgil e del comitato elettorale del candidato del centrosinistra, a pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale. Il Comitato del candidato del centrosinistra, Marino, accusa il Campidoglio “di sfruttare gli ultimi giorni per i saldi elettorali di fine mandato”. E non manca la risposta dell’assessore uscente alle risorse umane, Cavallari, che afferma: “Grave che la Cgil non si sia accorta di essere stata seduta ai tavoli sindacali, in cui i concorsi che stiamo per bandire sono stati votati a maggioranza. Resto basito – aggiunge Cavallari – nel constatare che gli stessi che scendono in piazza a rivendicare il lavoro oggi chiedano di mandare a casa 400 lavoratori”.

In questo strano Paese, anche il lavoro, troppo spesso, sembra essere terreno di scontro elettorale. A discapito dei lavoratori, s’intende!

Gianfranco Mingione

Loading...

Vi consigliamo anche