0 Shares 23 Views
00:00:00
13 Dec

Viaggio nella maturità 2013: dopo gli orali vacanze nel mondo!

Gianfranco Mingione
2 luglio 2013
23 Views

Gli orali proseguono anche se molti hanno già sostenuto la prova e pensano al meritato “viaggio”. Destinazioni e consigli utili!

Esami agli sgoccioli, e dopo che si fa? Si parte! Per molti è già finita e manca solo la consegna del diploma, mentre per molti altri bisogna pazientare ancora qualche altro giorno e, comunque, non oltre il 18 luglio, data entro la quale bisogna concludere tutti gli esami orali. E dopo cosa si fa? Prima di tuffarsi nuovamente sui libri per preparare un eventuale test d’ingresso a settembre per facoltà a numero chiuso o prima di iniziare nuove esperienze formative o la ricerca di un lavoro, c’è una tappa importante da non dimenticare: un viaggio, magari in compagnia di altri amici “maturati”.

Partire, staccare la spina, soprattutto a conclusione di un’esperienza come l’esame di Stato è un ulteriore modo per ricordare il passaggio ad una nuova fase della vita. Secondo un’indagine effettuata dall’agenzia di viaggio Karambola, pubblicata sul sito Skuola.net, l’85% dei ragazzi, concluso l’esame, partirà per realizzare la sua vacanza low cost: “Circa il 40% di loro si è posto come tetto di spesa massima da destinare al viaggio quello tra i 100 e i 300€, mentre il 30% alza il budget tra i 300 e i 500 €” (fonte: Skuola.net). In compagnia o da soli? La metà dei ragazzi partirà con gli amici, uno su quattro con i compagni di classe e il 18% con il partner.

Le destinazioni più in voga? Europa e States. Sempre secondo il sondaggio, ai primi posti dei Paesi europei ci sono Italia, Grecia e Spagna, con preferenze oltre il 30%, anche se con budget maggiori il raggio del viaggio diventa più lungo: “Dovendo sognare e avendo budget più sostanziosi, per la vacanza ideale rimangono mete come Stati Uniti e Australia (uno su tre sogna gli States)”. Non mancano posti bellissimi come la Croazia, Malta o l’Africa. L’organizzazione del viaggio viene demandata, per il 42% degli studenti, alle agenzie di viaggio.

Spunti per un viaggio a basso costo. La vera forza è progettare bene il viaggio e, se si è in grupo, le spese saranno sicuramente minori. Per dormire si può pernottare in un ostello, tipica struttura ricettiva scelta dai giovani e non solo, economica e confortevole, che offre spazi in comune per cucinare o rilassarsi. Il treno, con l’offerta denominata InterRail, un pass ferroviario con cui si può salire e scendere da molti treni europei. Funziona a zone e permette di vedere, con un pacchetto prescelto, più stati e a prezzi davvero vantaggiosi. Se le risorse scarseggiano, è pur vero che le idee per progettare un viaggio a basso costo non mancano. E i giovani lo sanno bene!

Se al tuo rientro dal viaggio post maturità vuoi raccontarci la tua esperienza, da solo in gruppo, inviaci pure la tua storia a redazione@dgmag.it!

Gianfranco Mingione

Vi consigliamo anche