0 Shares 13 Views
00:00:00
15 Dec

Viaggio nella maturità 2013: dopo la terza prova, arriva l’orale!

Gianfranco Mingione - 25 giugno 2013
Gianfranco Mingione
25 giugno 2013
13 Views

Ieri mattina si è svolto il cosiddetto quizzone, la terza prova, elaborata stavolta dai vari consigli di classe e non dal Ministero. Ora, archiviati gli scritti, non resta che guardare ai prossimi giorni e all’esame orale che verrà. Insomma, la tensione da esame ancora non è finita anche se, oramai, i quasi 500mila maturandi sono ad un passo dalle fatidiche vacanze estive.

Incontro ravvicinato con i prof! Possibili problemi? Il colloquio orale rappresenta ulteriori emozioni e paure. Benché ci siano anche tre professori interni, non si può non tener conto che ce ne sono altri tre esterni, oltre al presidente. Altro dato che allarma i più ansiosi è la presenza di eventuali  amici o parenti visto che l’esame, per sua natura, è pubblico e si svolge a porte aperte.

Per farsi capire dalle persone, bisogna parlare prima di tutto ai loro occhi”. Napoleone lo sapeva benissimo che il contatto visivo è il più potente mezzo di comunicazione che abbiamo. L’importante è concentrarsi sull’esame, presentare al meglio la propria tesina, che rappresenta da anni il punto di partenza dell’orale, e guardare negli occhi i professori e non pensare a chi è seduto dietro sè stessi. Un contatto visivo efficace comunica sicurezza e interesse nell’interlocutore, oltre a tenere sotto controllo il nervosismo e la distrazione. Utile è anche il volume e il tono della voce: un energico volume di voce associato ad un tono di voce che sappia mettere in risalto i messaggi chiave e dare la giusta importanza alle varie fasi dell’esposizione, si tradurrà in un ulteriore vantaggio per lo studente e per l’uditorio. Prima dell’esame, ci si può testare in una stanza vuota e successivamente si può simulare il colloquio con un amico o un genitore nelle vesti di un professore. Detto questo, può capitare che quel giorno venga fuori la cosiddetta “voce nervosa”, o un attacco di “gesticolite” acuta dovuta al nervoso, o ancora pause troppo lunghe per inaspettati vuoti di memoria. Tutto questo rientra nella prassi dell’esame e non bisogna preoccuparsi più di tanto. L’importante è saper dimostrare quanto si vale, nonostante l’emozione giochi brutti tiri!

E dopo? Passata la tesina inizia il giro di domande, o meglio l’interrogazione sulle materie affrontate durante il quinto anno. Alla tesina viene sempre dato un ampio tempo di presentazione e la bravura sta nel toccare, con l’argomento scelto, tutte le materie d’esame. È  bene non portare lavori che superino i dieci/quindici minuti d’esposizione. La commissione potrebbe fare ulteriori domande a conclusione dell’esposizione dello studente, ed è pertanto utile pensare a possibili sviluppi dell’argomento trattato. Dopodiché si passa all’interrogazione vera e propria che, in molti casi, tratterà anche delle prove scritte, della scelta affrontata durante il primo scritto, quello di Italiano, di eventuali errori riportati e di possibili correzioni da fare in sede d’esame. Rivedere quindi anche le soluzioni della seconda e terza prova può essere d’aiuto per l’orale. Il colloquio vale ben trenta dei cento punti assegnati durante l’esame. La sufficienza si ottiene con almeno venti punti. La commissione può anche assegnare, ai più meritevoli, ulteriori 5 punti di bonus e la lode.

Come si calcola il voto finale? I punteggi sono così ripartiti:

  • 25 punti dal credito scolastico;
  • 15 punti la prima prova;
  • 15 punti la seconda prova;
  • 15 punti la terza prova;
  • 30 punti il colloquio.

La somma dei singoli punteggi fa cento e, in caso di esami brillanti, la commissione può assegnare 5 punti bonus come punteggio premio agli studenti che hanno almeno 15 punti di credito formativo. E la lode? È necessario riportare una votazione di almeno 8/10 nelle materie del quinto anno, oltre a raggiungere il massimo in ogni prova d’esame e nel credito formativo (25 punti).

Il conto alla rovescia per la meritata pausa estiva è iniziato!

Gianfranco Mingione

Loading...

Vi consigliamo anche