0 Shares 14 Views
00:00:00
14 Dec

Viaggi: i 10 posti da non perdere se vai in vacanza a Bologna

LaRedazione
6 ottobre 2013
14 Views
Viaggi: i 10 posti da non perdere se vai in vacanza a Bologna

La dotta ” è una delle definizioni attribuite al capoluogo dell’Emilia Romagna, per la sua università, una delle più antiche del territorio italiano. Ma Bologna non è solo la sua università, e nelle sue strade e piazze si possono trovare molti luoghi che vale pena di visitare.

Piazza Maggiore
Questa piazza, nella quale si trova la celebre ” Fontana del Nettuno ” rappresenta il centro della vita cittadina sia dal punto di vista religioso che civile. Molti i palazzi medioevali che si possono ammirare, il Palazzo Comunale, che risale al trecento, il Palazzo dei Bianchi, costruito nel cinquecento, ma anche la Basilica di San Petronio, situata di fronte al Palazzo del Podestà. In questa piazza il turista può trovare le testimonianze della storia cittadina, che risalgono al medioevo.
Basilica di San Petronio
E’ la Chiesa più importante del capoluogo emiliano e nello stesso tempo la quinta nel mondo in ordine di grandezza. Iniziata alla fine del trecento fu terminata dopo alcuni secoli e per la sua costruzione furono abbattute case e torri preesistenti. Di stile gotico, presenta tre navate, ed anche al suo interno le decorazioni sono state eseguite nello stesso stile. Tra gli artisti che hanno partecipato alla sua decorazione si segnalano Giovanni da Modena, Masaccio ed il Parmigianino. Dopo una lunga appartenenza al comune, è divenuta di proprietà della diocesi di Bologna alla stipula dei ” Patti Lateranensi “.
La Torre degli Asinelli
Una delle immagini di Bologna più viste nel mondo è quella delle torri. Nel corso del dodicesimo e tredicesimo secolo ne furono costruite molte, ed oggi se ne trovano meno di 20. La loro funzione era militare, ma anche di rappresentanza della famiglia ” gentilizia “. La Torre degli Asinelli fu costruita su ordinazione della famiglia omonima. Per salire in cima alla torre i turisti devono percorrere 498 gradini al suo interno, ma ala fine la visuale che si ha dall’alto dei suoi 97,20 metri di altezza, ripaga sicuramente dello sforzo. Se si ha la fortuna di salire in una giornata serena si possono vedere sia le Prealpi venete che il mare Adriatico.
Pinacoteca Nazionale
La Pinacoteca Nazionale è uno dei musei più importanti a livello nazionale, e contiene principalmente opere emiliane che vanno dal tredicesimo al diciannovesimo secolo. Nelle sue trenta sale di esposizione si possono ammirare opera di grandi artisti, come Reni e Raffaello. Nata con una donazione fatta da ” Monsignor Francesco Zambeccari ” si è poi ampliata nel corso degli anni.
Portici di Bologna
Sono 40 i chilometri cittadini percorsi dai ” Portici ” un’altra delle caratteristiche principali di Bologna. D’estate riparano bolognesi e turisti dai caldi raggi del sole, durante la brutta stagione dalla pioggia. La loro origine data nel tardo medioevo, quando la città ha conosciuto un momento di grande espansione. Da quelli ” eleganti ” della ” Chiesa dei Servi ” a quelli ” dipinti ” di ” Piazza Malpighi ” rappresentano con le loro varie caratteristiche l’essenza stessa di Bologna. Oggi sono tutti in muratura e tra quelli costruiti in legno resta solo quello di ” Casa Isolani in Strada Maggiore ”
Ma i luoghi da vedere nel capoluogo emiliano non si esauriscono qui ed il turista potrà ammirare anche la Basilica di Santo Stefano, il Museo d’arte Moderna, il Palazzo dell’Archiginnasio, La Basilica di San Domenico ed i Giardini Margherita.

Vi consigliamo anche