0 Shares 28 Views
00:00:00
15 Dec

Anoressia: Helen Gillespie, ha 30 anni ma ne dimostra 70

Marina Ferro - 2 luglio 2013
2 luglio 2013
28 Views

Il corpo di una settantenne a soli 30 anni. E’ così che l’anoressia ha ridotto Helen Gillespie, di Perth, in Scozia

Helen è una donna che combatte l’anoressia da 20 anni. Non ha mai sviluppato un seno (tanto che deve indossare le protesi usate dalle donne sottoposte a mastectomia), ha avuto le prime mestruazioni a 26 anni, non ha mai avuto un ragazzo nella sua vita e non è mai andata via dalla casa dei suoi genitori se non per lunghe degenze ospedaliere.

La malattia è iniziata già da bambina, all’età di 10 anni. La donna riferisce che era così spaventata all’idea di diventare adulta da non nutrirsi, in modo da ritardare l’inizio della pubertà.

Purtroppo, però, anziché farle conservare l’aspetto di una bambina, il suo problema alimentare ha trasformato il suo corpo in quello di una donna anziana, con le ossa fragilissime, le vene varicose e un aspetto quasi raccapricciante. “I dottori dicono che ho le ossa di una settantenne con gravi problemi di salute. Se non migliorerò con le cure, continuerò a invecchiare prematuramente”.

Helen, che oggi pesa 38 kg, all’età di 15 anni ne pesava addirittura 28.5, cosa che le ha fatto rischiare più volte la morte e ha dato inizio al suo continuo “entra ed esci” dagli ospedali che è durato 20 anni.

Stando alle sue parole, la malattia sarebbe derivata anche dal rapporto con i genitori, che avevano aspettative molto alte nei suoi confronti, dal rendimento scolastico, dalla danza, dalla musica e così via. Solo negli ultimi tempi Helen si è resa conto che lei stessa pretendeva tantissimo da sé, perché aveva molta paura di non essere amata per ciò che era e di essere criticata ad ogni sua mossa.

La volontà di restare bambina anche fisicamente derivava dunque dalla paura delle aspettative degli altri, dalla crescita e da tutte le responsabilità associate alla vita adulta.

“Il peso era qualcosa che potevo controllare e, sotto questo punto di vista, sembrava che avessi un talento che le altre ragazze mi invidiavano”.

Oggi Helen ha iniziato la sua battaglia contro l’anoressia anche cercando di dare un aiuto a coloro che ne soffrono grazie alla sua testimonianza.

“Rendo pubblica la mia storia per avvisare gli altri: l’anoressia può portarvi via l’infanzia“.

[foto: www.extra.cz]

Marina Ferro

 

Loading...

Vi consigliamo anche