A Benigni la laurea per la Divina Commedia

A Roberto Benigni è stata conferita la laurea honoris causa in filologia da parte dell’Università di Firenze in relazione al suo impegno nel diffondere la Divina Commedia.

Nelle motivazioni si legge che a Benigni è stata conferita la laurea “per la geniale attitudine a porre al servizio della Letteratura italiana, e nell’interpretazione di Dante della Commedia in particolare, una vocazione scenica e attoriale degna della migliore tradizione dello spettacolo antico e moderno”.

Nel corso della cerimonia il comico toscano non si è risparmiato e ha divertito i presenti con battute piccanti, cadendo in tre momenti a causa di tre bestemmie pronunciate come intercalare toscano per recitare il XXXIII canto della Divina Commedia (quello dedicato al Conte Ugolino) con la metodica che ha reso celebri le sue lecturae: dal commento sul Diluvio universale (“ogni Autore non contento della sua opera lo fa”) all’utilizzo della s dolce e della s aspra nella lettura delle terzine.

Correva l’anno 2002 e su Rai2 Benigni leggeva la Divina Commedia: