Amy Winehouse arrestata per droga

Ancora una volta Amy Winehouse finisce in carcere: stavolta è stata arrestata, a circa 10 giorni dall’ultima volta, per sospetto possesso di droghe.

Ad annunciarlo la polizia e il portavoce della cantante, Chris Goodman che ha riferito che l’arresto è relativo al video che mostra la vincitrice del premio Grammy assumere sostanze stupefacenti durante una festa nella sua abitazione nel nord di Londra.

A gennaio era infatti circolato un video in cui la cantante fumava crack e ammetteva di avere preso "sei Valium per calmarsi"; le immagini, secondo il tabloid The Sun che aveva dato la notizia per prima, erano state riprese durante una festa nella sua abitazione.

La polizia metropolitana di Londra ha riferito che una donna di 24 anni è stata arrestato per sospetto possesso di droga e Goodman ha confermato che la sua cliente si trova sotto custodia di polizia.

"Amy Winehouse oggi si è volontariamente recata in una stazione di polizia su appuntamento. E’ stata arrestata per essere interrogata e sta collaborando pienamente con gli inquirenti", ha dichiarato il portavoce in una nota. "L’intervista è relativa a un video consegnato alla polizia a inizio anno".

Dopo aver trascorso alcune ore in stato di fermo, pare presso la stazione di polizia di Limehouse, nella tarda serata la Winehouse sarebbe comunque stata rilasciata con la condizionale.

Dopo che il Sun ha pubblicato fotografie estratte dal suo video, la cantante era stata ricoverata in una clinica di riabilitazione a Londra ma la sua vita continua ad essere tutt’altro che tranquilla e rilassata.