Amy Winehouse ha un’infezione ai polmoni

Pessime condizioni di salute e tubercolosi: è questa la notizia choc che è arrivata da Londra dove, ad una settimana dal ricovero, Amy Winehouse è ancora in ospedale dove è assistita per via delle sue cagionevoli condizioni.

Perdita di peso, inappetenza, dolore toracico, battito del cuore irregolare, forti attacchi di tosse con presenza di sangue sono i sintomi che avevano allarmato i medici quando la Winehouse si era presentata in ospedale insieme al padre Mitch.

Ma pare proprio che non si tratti neanche di tubercolosi bensì di un’infezione polmonare che presenterbbe gli stessi sintomi e che ha portato un amico della cantante a dichiarare che "almeno ora i medici hanno qualcosa che rende più semplice tenerla in ospedale e farla stare lontana dalle droghe".

I dottori, scrive il Sun, avrebbero comunque deciso di tenerla in isolamento mentre lei si dispera perchè probabilmente non potrà partecipare nè al concerto in onore di Nelson Mandela nè al raduno di Glastonbury.

"Ha bisogno di capire che potrebbe morire se continua a vivere come ha fatto sino ad oggi"
, ha dichiarato un altro amico della Winehouse che lunedì celebrerà, a quanto scrive la stampa inglese, la prima settimana di vita lontana dalle droghe.