Amy Winehouse soffre di schizofrenia?

Nuovo scoop, reale o fittizio ancora è da scoprire, del britannico The Sun secondo cui Amy Winehouse potrebbe aver subito dei danni al cervello a causa di due overdose.

I dettagli sulle condizioni della cantante 24enne sono stati rivelati da un amico della cantante secondo cui la prima overdose risale all’agosto del 2007 quando la cantante aveva ingerito cocaina, eroina, ecstasy, ketamina e crystal meth, una metanfetamina.

La seconda è invece del luglio 2008 quando avrebbe invece inalato una grande quantità di hashish che il padre aveva giustificato parlando di "reazione allergica a dei farmaci"; in realtà sarebbe questa seconda overdose la più problematica, almeno stando all’"amico" della Winehouse che avrebbe parlato con i medici.

Nello specifico, le due overdose avrebbero portato Amy ad essere schizofrenica al punto tale da necessitare di "cure e sedute di psicoterapia per tentare di trovare una via d’uscita".

Nel frattempo si scopre che amy Winehouse è stata citata per danni da parte degli organizzatori del festival musicale Rock en Seine, a Saint-Cloud nella regione di Parigi, dal momento che il concerto è stato cancellato all’ultimo momento e senza spiegazioni.

"Amy Winehouse doveva arrivare sul posto venerdì all’inizio della serata", è scritto nella nota. "Siamo stati informati alle 20 dal suo agente, presente sul posto, che non sarebbe arrivata e siamo stati costretti ad annullare il concerto. Non abbiamo avuto al momento alcuna spiegazione sulle ragioni precise della sua assenza. A causa delle condizioni di questo annullamento, il festival ha preso la decisione di avviare una causa giudiziaria".