0 Shares 14 Views
00:00:00
11 Dec

Belen Rodriguez a Vanity Fair: il video sexy ma anche Zelig e Sanremo

22 giugno 2010
14 Views

Belen Rodriguez continua ad essere protagonista delle cronache mondane grazie anche al suo fidanzato Fabrizio Corona.

Vanity Fair non ha perso l’occasione per dedicarle la copertina e l’intervista di questa settimana nel corso della quale la Rodriguez ha parlato delle sue passioni e del suo modo di intendere l’amore.

Sicuramente la parte del leone la fa Corona, velato protagonista di tutta l’intervista, di cui Belen dice: "abbiamo un buon equilibrio, ma non è la cosa principale" non negando che "spesso penso io stessa che potrebbe finire".

"Però poi non finisce, anche perché ho imparato a essere indipendente dal suo amore. Fabrizio è tutto per me: l’amico, l’amante, il comico che ti fa ridere quando le cose sembrano andare a rotoli. Però ti soffoca con i suoi sentimenti. Ho dovuto imparare a respirare. A dirgli: basta, piantala"
, continua Belen.

Belen coglie anche l’occasione per parlare del sexy tape che gira e di cui si ha notizia da circa un mese: "avevo 18 anni, facevo l’amore con il mio fidanzato. Era figlio di amici di famiglia, frequentava la nostra casa, giocavamo con il sesso. Abbiamo fatto un video. Lui lo ha portato in Italia, lo ha fatto girare per le redazioni dei giornali. Decine di completi estranei mi hanno visto nuda. Anzi, più che nuda. Il mio avvocato ha preparato una lettera di diffida: pubblicare quelle immagini sarebbe una violenza gratuita. E in Argentina, dove all’epoca dei fatti si era minorenni fino ai 21 anni di età, sarebbe anche un reato".

Quanto alla sua carriera, la Rodriguez rivela che non c’è "nessuna trattativa aperta, né per Zelig né per Sanremo. Mi dovesse capitare di salire sul palco dell’Ariston da conduttrice, è la volta buona che mi mettono una bomba in casa per l’invidia".

E aggiunge di dover molto ai genitori e all’"educazione che ho ricevuto dai miei: è come uno zaino incollato alla schiena. Non ho dimenticato che sono figlia di gente semplice ma onesta. Che le persone perbene sanno dire no. Nell’ambiente che frequento, certo, lo zaino si svuota presto. Quando avverto che è troppo leggero, torno a casa a fare il pieno".

Vi consigliamo anche